In arrivo il questionario del Fisco per molti correntisti che rischiano di dover fare i conti con delle sanzioni particolarmente pesanti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da aspettarsi.

Fisco cartelle esattoriali
Foto © AdobeStock

I soldi non danno la felicità ma aiutano, senz’ombra di dubbio, a risolvere un bel po’ di problemi. A partire dall’alimentazione, passando per le bollette, fino ad arrivare alle varie necessità quotidiane, d’altronde, sono tante le volte in cui ci ritroviamo a dover mettere le mani nel portafoglio per acquistare beni e servizi di nostro gradimento. Proprio gli strumenti di pagamento sono stati oggetto, nel corso degli anni, di continui cambiamenti. Un processo evolutivo che sembra destinato a non fermarsi, tanto da ipotizzare che a breve dovremo dire addio all’utilizzo del contante e ai prelievi da conto corrente.

Operazioni, quest’ultime, di per sé semplici, ma che finiscono spesso al centro dell’attenzione del Fisco. Ebbene, in tale ambito dovete sapere che è in arrivo un questionario dell’Agenzia delle Entrate, attraverso il quale verranno effettuati dei controlli ad hoc, con molti correntisti che rischiano di dover fare i conti con delle sanzioni particolarmente pesanti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Bonus tv senza Isee, occhio alle novità: cosa c’è da sapere

Conto corrente, arriva il questionario del Fisco sui conti all’estero: rischio multe salate

Fonte: Pixabay

L’evasione fiscale rappresenta da sempre una delle maggiori piaghe della nostra società. Proprio per questo motivo il governo ha adottato, nel corso degli anni, varie misure attraverso le quali cercare di contrastare tale fenomeno. Ne è una chiara dimostrazione il questionario del Fisco che a breve verrà inviato a molti correntisti e attraverso il quale la Guardia di Finanza potrà effettuare nuovi controlli su determinati tipi di conti correnti.

A finire nel mirino, in particolare, saranno i conti all’estero. Lo scopo, infatti, è quello di verificare ed impedire eventuali trasferimenti illeciti di denaro all’estero. Un’operazione di controllo che non coinvolgerà fin da subito i correntisti. Dapprima, infatti, verrà inviato un questionario alle banche che, a loro volta, dovranno indicare tutte le operazioni da e verso l’estero.

LEGGI ANCHE >>> Green pass, stangata in arrivo: l’incubo che vivranno in molti

In particolare a destare l’attenzione della Guardia di Finanza sono i conti che presentano una giacenza media superiore ai 15 mila euro, per cui scatta l’obbligo del monitoraggio fiscale. È importante, pertanto, rispondere al questionario in questione in modo veloce e completo. In caso contrario si rischia di dover fare i conti con multe che vanno da 250 euro a 2 mila euro per le persone fisiche. Le società, invece, rischiano di incorrere in sanzioni che vanno da 2 mila euro a 21 mila euro.