Chi ne è appassionato lo sa: acquistare al mercato è questione di abilità e strategia. Altro che fortuna. Ecco le soluzioni per non sbagliare.

Mercato risparmio
Foto di Pexels da Pixabay

Sul conto del mercato, inteso come mercatino rionale, esistono almeno un paio di correnti di pensiero. Chi lo vede come un’opportunità di risparmio densa di un irresistibile fascino esotico, e chi lo ritiene un modo poco congruo di trascorrere la propria mattinata. E’ innegabile, però, che pur non avendo quel gusto tipico degli affascinanti mercati orientali, il concetto del risparmio sia al centro anche del piccolo nugolo di bancarelle che affollano la via principale del nostro quartiere a cadenza settimanale.

Frutta, ortaggi, spezie, utensili, biancheria e oggetti di qualsiasi tipo: al mercato si trova davvero di tutto e con un po’ di sagacia e attenzione si possono davvero cogliere importanti occasioni. Tuttavia, considerando che giorni e orari del mercato dipendono dal Comune di appartenenza e non sempre è possibile conciliare la visita con il proprio lavoro (spesso infatti si tratta di giorni in mezzo alla settimana e di mattina), bisogna pianificare con cura le proprie sortite. Incastrare la propria passione per il mercato con la routine è quindi il primo passo.

LEGGI ANCHE >>> Guerra alla platisca: la black list dei prodotti vietati

Mercato rionale, come risparmiare scegliendo la qualità

Chi frequenta il mercato sa bene quanta importanza vi sia nel feeling fra acquirente e venditore. Spesso, infatti, i banchi appartengono a mercanti abituali, che frequentano sempre la medesima area mercato. Niente di più facile, quindi, che con un particolare venditore si finisca per stabilire un rapporto cordiale, di fiducia. E questo è il primo passo per andare sul sicuro negli acquisti, riuscendo magari a ottenere qualche sconto oppure merce di qualità migliore a parità di prezzo. Senza contare la possibilità di contrattare il prezzo in alcune circostanze. E più c’è fiducia, più questo sarà possibile.

LEGGI ANCHE >>> Box auto, il nodo detrazione: ecco come funziona con la ristrutturazione

Anche l’orario è importante. Verso la fine della mattinata, infatti, solitamente si può acquistare a prezzi migliori, sempre che non si abbiano grosse pretese sulla qualità dei prodotti. Non va poi dimenticato che, tendenzialmente, al mercato si risparmia praticamente su tutto: dalla frutta e verdura di stagione ai tessuti. Ad esempio, se abbiamo bisogno di una tenda, si potrà acquistare la metratura di tessuto e ricavarne una adeguando semplicemente le cuciture. Inoltre, gli abitudinari del mercato lo sanno: girare per tutte le bancarelle non è solo un passatempo ma una strategia precisa. Magari un banco, piuttosto che un altro, avrà la merce che ci interessa a un prezzo migliore. Abilità, non solo fortuna.