Buone notizie in arrivo per molti che potranno beneficiare di un bonus fino a 1.000 euro, a prescindere dal proprio Isee. Ma di cosa si tratta? Entriamo nei dettagli e scopriamolo assieme.

Il 2020 si rivela essere, senz’ombra di dubbio, uno di quegli anni che difficilmente riusciremo a dimenticare. Segnato dall’impatto del Covid, questo virus continua ad avere delle ripercussioni negative sulle nostre esistenze, sia dal punto di vista delle relazioni interpersonali che economiche. Al fine di contrastarne la diffusione, infatti, ci viene chiesto di prestare attenzione ad alcuni accorgimenti, come ad esempio il distanziamento sociale. Molti imprenditori hanno dovuto abbassare le saracinesche delle proprie attività, con tante famiglie alle prese con delle serie difficoltà nella gestione del bilancio famigliare.

Proprio per questo motivo, nel corso degli ultimi mesi, il governo ha deciso di erogare una serie di bonus e agevolazioni a sostegno delle categorie maggiormente colpite. Se tutto questo non bastasse, il nostro Paese ha dovuto fare i conti con una crisi di governo, in seguito alla quale Mattarella ha deciso di affidare l’incarico di risollevare la nostra economia a Mario Draghi. Ebbene, proprio l’esecutivo guidato dall’ex governatore della Banca Centrale Europea sarebbe pronto a erogare un bonus senza Isee dal valore di 1.000 euro, già approvato dal precedente esecutivo con la Legge di Bilancio 2021. Ma di cosa si tratta? Entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> I bancomat stanno chiudendo in tutta Italia, è davvero la fine dei contanti? (VIDEO)

Bonus senza Isee, in arrivo 1.000 euro per il risparmio idrico

Bonus idrico 2021: fino a 1000 euro se fate questa operazione
Acqua di rubinetto (Fonte foto: Pixabay)

Grazie alla Legge di Bilancio 2021 il precedente esecutivo ha approvato il bonus risparmio idrico, noto anche come bonus bagno o bonus rubinetti. Si tratta, come è facilmente intuibile dal nome, di un incentivo volto a promuovere azioni per favorire il risparmio idrico. In particolare è previsto un contributo dal valore di 1.000 euro per ogni tipo di azione volto a ridurre gli sprechi d’acqua nelle nostre abitazioni. Tale misura verrà erogata solo a favore di coloro che realizzano interventi in bagno e in cucina su edifici già esistenti.

Non può essere utilizzato, quindi, per abitazioni in costruzione. Entrando nei dettagli, tra gli interventi che daranno diritto al contributo si annoverano l’installazione nel proprio bagno di sanitari nuovi in ceramica, purché contribuiscano a ridurre gli sprechi. Stesso discorso vale per la rubinetteria del proprio bagno, comprese colonne doccia e soffioni. Oltre al bagno, è possibile beneficarne per interventi in cucina, volti, anche in questo caso, a ridurre gli sprechi d’acqua. Una misura che potrà essere richiesta da tutti, a prescindere dal proprio valore Isee, a patto che vengano effettuati, appunto, degli interventi volti a ridurre gli sprechi d’acqua.

LEGGI ANCHE >>> Il male alla testa oggi è riconosciuto dall’INPS: c’è un assegno mensile da 300 euro

Bonus Risparmio Idrico: in attesa del Decreto Attuativo

Al fine di rendere disponibile tale incentivo, la Legge di Bilancio 2021 ha previsto uno stanziamento complessivo di oltre 20 milioni di euro. Al momento, però, non è ancora possibile beneficiare di tale agevolazione, in quanto il Ministero della Transizione Ecologica non ha ancora pubblicato il relativo Decreto Attuativo. A tal proposito, stando alle ultime indiscrezioni, sembra che il bonus risparmio idrico non sia stato accantonato, ma semplicemente rinviato di qualche mese.

Come si evince dal sito dell’Agenzia delle Entrate, d’altronde, le “modalità per ottenere il bonus saranno definite da un decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, da emanarsi entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di bilancio 2021“. Come è facile notare siamo ormai oltre tale tempistica. Non resta quindi che attendere le prossime mosse del governo per vedere quali decisioni verranno prese in tal senso e quando sarà, finalmente, possibile beneficiare di questo bonus senza Isee dal valore di 1.000 euro.