Sai cos’è l’ambient marketing? Forse ne abbiamo sentito parlare, ma non immaginiamo quanta genialità nasconda

Ambient marketing, esempio (Fonte foto: web)

Mai sentito parlare di Ambient marketing? Probabilmente no, ma l’avete vista o sentita, la pubblicità che sfrutta l’ambiente. L’American Marketing Association spiega così il lavoro di ambient marketing, in cui è coinvolta: “Una complessa forma di marketing che utilizza elementi dell’ambiente, compresa ogni superficie fisica disponibile, per trasmettere messaggi e fornire incentivi che incoraggino e suscitino il coinvolgimento dei consumatori nei confronti di un brand”.

Forse ci siete arrivati. Un po’ come i nuovi spot che sono tornati sui tram, l’impatto della pubblicità dev’essere visivo ed immediato. Poi, magari può anche essere olfattivo. Avete presente il profumo di cibo di McDonald’s che si sente ogni volta che in giro ce n’è uno? Questi sono tipi di pubblicità altamente studiate. Vediamo come vanno a colpire il consumatore.

Leggi anche>>> Gli Azzurri diventano Cavalieri: quanto guadagnano? La verità che non ti aspetti

Come funziona l’ambient marketing

Per conoscere questa strategia con tutto il suo fascino, bisogna capirne gli aspetti che la caratterizzano. La bellezza di questo stratagemma è che coinvolge direttamente il cittadino, che non a caso passerà per un determinato quartiere o edificio, e già lì è importante far trovare lo spot giusto. Prendendosi uno spazio della nostra vita quotidiana, quel marchio andrà sicuramente a stupirci ed il primo impatto ha già fatto il suo lavoro.

Ma un messaggio che viene fisicamente rilasciato in un ambiente, non è detto che non possa avere i desiderati risvolti social a seguire. Sarà lo stesso cittadino, magari, a restar sorpreso dalla magia dell’inventiva della pubblicità e farla girare anche sui social. A proposito di social, sapete quale resta il migliore per le pubblicità delle aziende? Ecco la risposta.

Leggi anche>>> Divieto velo islamico a lavoro: la storica decisione della Corte UE

Ora vi citeremo alcuni esempi molto simpatici di ambient marketing, di cui foto sono facilmente reperibili sul web. Un esempio è una striscia pedonale più splendente e bianca di altre, con l’uomo di Mastro Lindo raffigurato sopra. Geniale vero? Non è nemmeno iniziata. Kit Kat, pochi anni fa, ha utilizzato la forma di diverse panchine per riprodurvi un’enorme barretta di cioccolato. E non dite che a vederla non vi viene voglia. Invece in Canada, per sensibilizzare i cittadini contro lo spreco d’acqua furono installate delle panchine a metà, con la scritta: “Usa solo quello di cui hai bisogno”. Se invece vi trovaste a Chicago, potreste non trovare delle panchine di plastica sotto la fermata del pullman, bensì comode sedie da cocktail. Come mai? Perché Absolut Vodka ha riprodotto in quel luogo, l’ambiente da bar.