Una vicenda davvero incredibile. Dei buoni sentimenti, della buona sorte, della vita che spesso riserva il lieto fine.

SuperEnalotto
Foto: Web

La storia è davvero emozionante, ed arriva da Rubano, in Veneto. Protagonista della storia è un imprenditore che ha preferito però restare anonimo. La sua azienda nei mesi passati, causa restrizioni e lockdown vari, ha perso e perso tanto, ma lui ha sempre creduto nella ripresa ha sempre creduto che questo paese si sarebbe rialzato e che alla fine le cose sarebbero tornate quelle di un tempo. La sua previsione in qualche modo è valsa davvero tanto per lui, quasi premonitrice.

A Rubano, è stato indovinato un 5+1 al Superenalotto, concorso del 13 maggio, 635mila euro. Una vincita di certo rilevante, che è andata proprio al nostro imprenditore del settore edile: “Ce la faremo – questo dichiara l’imprenditore nei tempi bui del lockdown – lo abbiamo letto nel corso della pandemia. Era scritto sugli striscioni appesi ai balconi delle case, sui diari dei ragazzi, sulle vetrine dei negozi. Sono convinto che ce la faremo ma solo se ogni singolo individuo contribuirà per il benessere comune. E non solo per sconfiggere l’emergenza sanitaria ma anche nella vita di tutti i giorni. E per prima, ad essere unita deve essere la famiglia”.

LEGGI ANCHE >>> Superenalotto: vincita folle per il giocatore anonimo, la sua reazione

Superenalotto: dalla speranza in lockdown i 635mila euro vinti

“Non sapevo cosa fare, se ridere o piangere, se credere di essere immerso in un sogno o che fosse tutto vero – prosegue – ho pensato subito alla mia famiglia. E visto che non mi sono ancora reso conto della fortuna che mi ha baciato, per il momento proseguirò a fare le cose di sempre e a condurre la mia vita abituale. Quando l’emozione lascerà spazio alla ragione, estinguerò i debiti e continuerò a lavorare nella mia piccola azienda, che amo tanto e che per una vita mi ha dato grandi soddisfazioni. Poi aiuterò chi è in difficoltà. Bastano piccoli gesti, economici e non, per contribuire alla serenità di tanti. È una goccia nel mare, ma voglio ci sia anche la mia!”.

I numeri giocati, legati alle ricorrenze della sua cara famiglia, numeri fortunati che li hanno spalancato le porte delle serenità condita di estrema grazie e fortuna.

LEGGI ANCHE >>> Superenalotto, colpo da urlo: la Super Stella regala una vincita da sogno

I numeri, estratti, legati a se, alla sua storia alla sua famiglia come detto, e quella soddisfazione che è sottile e si rifà a tutto quello che in questi mesi si è stati costretti a passare.