Non toccate il mio cellulare! Ecco come scoprire chi viola la nostra privacy

Nessun furbetto potrà prendere il nostro cellulare e spiarci. Sapere chi viola di nascosto la nostra privacy è possibile! 

Adobe Stock

Tenere il proprio smartphone alla larga da occhi indiscreti non è un’impresa impossibile. Lasciarlo incustodito può destare la curiosità di amici, parenti e fidanzati che, non visti, potrebbero allungare la mano e dare uno sguardo alle foto o alle chat. Noi non verremmo mai a saperlo e al solo pensiero può scattare un comprensibile fastidio. Ecco perché è utile conoscere una trucco per scoprire se qualcuno spia la nostra privacy.

Leggi anche >>> Il metodo infallibile per evitare che Whatsapp riempia la memoria

Un’app per proteggere la privacy

La protezione del cellulare parte da un’applicazione chiamata significativamente “Who touched my phone?”. Dopo aver scaricato l’app per Android basterà accettare il regolamento e i permessi richiesti e nel momento in cui qualcuno digiterà la password per accedere al device, l’app lo registrerà. Il proprietario, dunque, potrà risalire in qualsiasi momento agli accessi effettuati completi di orario e della segnalazione della conoscenza o meno della password.

Chi possiede un iPhone non deve disperare. L’Apple Store include l’app Antifurto che ha funzionalità simili all’applicazione per Android. Nello specifico, Antifurto emetterà un suono ogni qualvolta il cellulare verrà toccato. Bisogna considerare, però, che il device non deve trovarsi in stand by per funzionare e che l’app è a pagamento.

Leggi anche >>> Le spie di WhatsApp: come smascherarle per non cadere in trappola

Soluzioni alternative per proteggere il cellulare

Web

Google Play e l’Apple Store sono piattaforme ricche di applicazioni che possono proteggere in vari modi il cellulare e la vostra privacy. Ricordiamo, ad esempio, l’app “Trova il mio dispositivo” utilissima in caso di furto del dispositivo. Ma la protezione deve riguardare anche altri aspetti che vanno oltre l’utilizzo di un’applicazione.

Il cellulare va protetto dalla possibilità che terze persone riescano a leggere dati, informazioni e comunicazioni o addirittura la password con cui accediamo al conto corrente.  

E’ consigliabile non mettere in atto procedure di sblocco del cellulare, non accedere al wi-fi pubblico se non certi della provenienza, nascondere le notifiche delle lock-screen ed utilizzare un sistema di sblocco sicuro. Mettendo in pratica questi consigli si proteggerà il cellulate e la propria privacy da conoscenti e sconosciuti.