Il cashback è tornato, non quello di Stato al quale ci eravamo tanto appassionati. Lo rilancia Satispay, a modo suo.

Adobe Stock

Il Cashback di Stato, quello al quale tutti ci siamo appassionati, per provare quantomeno a recuperare la percentuale degli importi spesi per l’acquisto di beni e servizi utilizzando carta di credito o il bancomat, sperando di arrivare alla fatidica doglia delle 50 operazioni effettuate. Tutto questo, almeno per il momento è stato congelato dall’attuale Governo. I risultati ottenuti, secondo fonti vicine all’esecutivo non sono state ritenute soddisfacenti e quindi, si è pensato di bloccare l’iniziativa e rimandarla a gennaio 2022.

Al momento, quindi il programma Cashless Italia è chiuso in un cassetto, in attesa di tornare operativo nel 2022. Quasi 8 milioni di utenti in questi mesi hanno partecipato al gioco delle transazioni. Di questi, 6 milioni riceveranno il bonus da 150 euro, tetto massimo garantito, entro il 30 novembre. Ma per chi si è davvero appassionato alla cosa c’è una nuova opportunità, molto simile alla versione governativa. Satispay, infatti, noto strumento di pagamento elettronico, ha lanciato una iniziativa chiamata “Wellcome Cashback” riservata ai suoi nuovi clienti.

LEGGI ANCHE >>> Cashback addio, occhio ai rimborsi: l’incubo che vivranno in molti

Il cashback prosegue: Satispay lancia la sua iniziativa con bonus da 150 euro

Satispay rilancia il concetto di cashback, cosi come nei mesi scorsi avevano fatto anche altri operatori del settore. Il programma riservato ai nuovi iscritti dal primo al 31 luglio è attivabile utilizzando il codice promo “CashBack” in fase di iscrizione alla piattaforma. Per ogni transazione effettuata attraverso lo specifico strumento di pagamento sarà previsto, infatti un rimborso del 10% fino ad un massimo di 2 euro, qui la grande differenza. Anche spendendo, per ipotesi 50 euro, non si riceverà più di 2 euro di rimborso per la transazione effettuata.

Inoltre, ci sarà un massimale di cashback, quantificato in 25 euro al mese. La durata dell’iniziativa sarà di sei mesi, con scadenza il prossimo 31 dicembre. Per raggiungere il bonus di 150 euro, bisognerà quindi centrare il massima le di 25 euro ogni mese. In un certo senso, si tenderà a prediligere le transazioni frequenti ma dal basso importo. Un concetto molto più vicino all’utilizzo quotidiano e costante di bancomat o carta di credito che ormai sempre più italiani sposano come atteggiamento. Satispay, detta le sue regole.

LEGGI ANCHE >>> Cashback addio, il retroscena che non ti aspetti: cosa sta succedendo

Per consentire la validità della transazione ai fini del cashback si dovrà ovviamente fare acquisti presso gli esercizi commerciali convenzionati con Satispay, tenendo ben presente che per gli acquisti per importi inferiori ai 10 euro non esiste alcuna commissione. Cosa diversa se si supera invece tale importo, con una commissione per transazione di 20 cent. In ultimo è bene sottolineare il fatto che per l’iniziativa cashback non saranno presi in considerazione le transazioni effettuate tramite Satispay presso distributori automatici o per acquisti on line. Il cashback, insomma, è tornato, in una veste tutta nuova, ma capace allo stesso modo di attirare a se milioni di utenti. Almeno questo è ciò che si aurano gli ideatori e promotori dell’iniziativa.