Mai una truffa sulle criptovalute aveva raggiunto cifre simili: trasferendo i Bitcoin dalla loro piattaforma, sono spariti con 3,6 miliardi

Fonte: Pixabay

Si sono serviti di una piattaforma tutta loro, la Africrypt, dove avevano accumulato 69mila Bitcoin, prima di far perdere le loro tracce. Sono ormai diventati famosi, i due fratelli Cajee, Ameer e Raees. Grazie alla loro startup, sono riusciti a mettere a segno una grandissima truffa.

E dire che proprio adesso è il momento per comprare Bitcoin, facile farlo anche con poche mosse, ma attenzione a fidarci delle persone giuste. Sì, perché per esempio, i due fratelli hanno truffato moltissime persone.

Leggi anche>>> Bitcoin, ora è il momento per comprarli: come fare in meno di 10 minuti

Quanto hanno guadagnato con la truffa dei Bitcoin

I fratelli Cajee di fatto, hanno messo a segno quella che ad oggi è la più grande truffa da criptovaluta, intascando la bellezza di 3,6 miliardi di dollari in Bitcoin, prima di sparire insieme alla loro piattaforma.

Il diciassettenne, Ameer Cajee, avrebbe lo scorso aprile, informato i clienti che la loro piattaforma era sotto un attacco hacker. Rassicurando poi gli stessi, sul fatto che lui e suo fratello stavano cercando soluzioni, e chiedendo di non informare le autorità per non ostacolare il processo per il recupero dei soldi in pericolo di essere persi per sempre.

Leggi anche>>> Bitcoin, qualcosa si muove: a Basilea si fanno le nuove regole

Lo studio legale, Hanekom Attorneys ha invece scoperto che man mano i fondi della piattaforma erano stati prelevati per e trasferiti in diversi servizi che non possono essere rintracciati. La polizia del Sud Africa è ora alla ricerca dei fratelli, che intanto, si sono resi irrintracciabili, proprio come i conti dove ormai hanno spostato le cifre. Ancora in Sud Africa, era avvenuto qualcosa di simile, ma i truffatori si erano fermati a 23mila Bitcoin.