Attenti alla truffa del falso Green Pass, attraverso la quale alcuni malintenzionati cercano di estorcere dati e soldi del malcapitato di turno.

Web

Il Covid continua ancora oggi ad avere delle ripercussioni sulle nostre esistenze, sia per quanto riguarda l’aspetto delle relazioni interpersonali che economiche. Al fine di limitarne la diffusione, ad esempio, abbiamo dovuto dire addio a molte nostre abitudini, introducendone, dall’altro canto, delle altre. Un contesto diverso dal passato, che ha portato a registrare un utilizzo sempre più massiccio dei vari dispositivi tecnologi, come smartphone e computer. Strumenti utili per riuscire a restare in contatto con chi si desidera, anche se geograficamente lontani.

A partire dalle e-mail fino ad arrivare alle applicazioni di messaggistica istantanea, d’altronde, vi è davvero l’imbarazzo della scelta. Un interesse, quello verso le nuove tecnologie, che non attira solo gli utenti, ma anche, purtroppo, alcuni malintenzionati, che cercano di sfruttare questi servizi per estorcere dati sensibili e denaro al malcapitato di turno. Ne sono un esempio la truffa del finto buono Ikea oppure delle assicurazioni online inesistenti. Se tutto questo non bastasse, bisogna prestare attenzione ad un nuovo tentativo di phishing, che sfrutta questa volta il nome del Green Pass. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass, c’è l’ok di Palazzo Chigi: ecco cos’è e come funziona

Green Pass, attenti alla truffa: nuovo tentativo di phishing su Whatsapp

A causa del Covid abbiamo dovuto cambiare molte nostre abitudini, con il governo che ha deciso di adottare alcune misure ad hoc volte a contrastarne la diffusione. Proprio in questo ambito si inserisce il Green Pass, nato con l’obiettivo di facilitare la mobilità sul territorio nazionale ed europeo. Un applicazione attesa da molti utenti e, a quanto pare, anche da alcuni truffatori che hanno subito colto la palla al balzo per tentare di raggirare i malcapitati di turno.

Stanno circolando negli ultimi giorni, infatti, dei messaggi, inviati tramite Whatsapp, attraverso i quali si invitano i destinatari di tali comunicazioni a “scaricare il certificato verde che ti permette liberamente di muoverti in tutta Italia senza mascherina“. A tal proposito è bene ricordare che a partire dal 28 giugno non vi sarà l’obbligo dell’utilizzo delle mascherine solamente all’aperto e in zona bianca, a prescindere dal Green Pass.

Quest’ultimo, inoltre, serve solamente per spostarsi tra regioni con colori diversi e attestare la presenza di controlli negli spostamenti in Europa, ma non per “muoversi liberamente in tutta Italia senza mascherina“. Fatte queste premesse, ricordiamo che per ottenere il Green Pass bisogna solamente rivolgersi ai canali ufficiali e diffidare dai messaggi che arrivano su Whatsapp. Nel caso in cui vi arrivi un messaggio con un link attraverso il quale si invita a scaricare il Green Pass, quindi, vi invitiamo a prestare attenzione.

LEGGI ANCHE >>> Carta di credito o bancomat, attenti a questi siti: altissimo rischio truffa

Nel caso in cui dovesse cadere nella trappola, infatti, i malintenzionati potrebbero riuscire ad accedere ad alcune informazioni importanti. Basti pensare a dati bancari o password per accedere a vari servizi a vostro nome. In questo caso provvedete immediatamente a sporgere denuncia e cambiare nomi utenti e password eventualmente indicati. Ma non solo, in alcuni casi possono utilizzare i dati per prosciugare il credito del vostro cellulare tramite abbonamenti a servizi di vario genere. Una situazione a cui si può porre rimedio contattando il proprio operatore e chiedendo di bloccare eventuali contenuti a pagamento.