Non c’è pace per i tifosi di calcio che ancora una volta dovranno sottostare a logiche che complicano come sempre ogni cosa.

Diritti tv Serie A

Sky dichiara guerra a Dazn e Tim per la questione diritti tv. L’azienda, infatti considera assolutamente illegale l’accordo tra l’azienda di contenuti streaming e Tim, con quest’ultima che di fatto, secondo Sky andrebbe ad acquisire una situazione di assoluto monopolio dei contenuti calcistici rispetto ai suoi stessi concorrenti. Concorrenti che si sono schierati proprio con Sky in una denuncia all’Antitrust. Wind Tre, su tutte, è disposta a dare battaglia contro la possibilità che non ci sia una sana e libera concorrenza tra le aziende del settore.

La stessa Sky non ancora convinta che Dazn possa detenere da sola l’esclusiva per 7 gare sulle 10 di ogni giornata di Serie A per i prossimi tre anni, continua a fare proposte alla stessa azienda per provare a strappare quantomeno una co esclusiva dei diritti e consentire la trasmissione delle gare sui propri canali per i clienti che a questo punto con molta probabilità in massa andranno a disdire i propri contratti con la stessa Sky.

LEGGIA ANCHE >>> Diritti tv Serie A a Dazn, Sky non si arrende: la proposta che non ti aspetti

La guerra dei diritti tv è appena cominciata: Sky proverà fino all’ultimo a rientrare in partita

Pallone Serie A (Fonte foto: web)

L’offerta di Sky di pochi giorni fa era arrivata a circa 500 milioni di euro. Una offerta che secondo alcuni non resterà la sola. L’azienda che per anni ha detenuto l’esclusiva della Serie A, non è disposta a cedere la mano, nonostante la prima battaglia, quella per l’assegnazione dei diritti stessi, di fatto persa. Dazn dal canto suo certa degli accordi presi e del secretissimo patto con Tim è pronta a rivoluzionare, di fatto il panorama calcistico televisivo, almeno nel suo formato classico.

Tutti contro tutti insomma, per un briciolo di gloria in questa partita che c’è da scommetterci arriverà a consumarsi fino a qualche giorno prima dell’inizio ufficiale della prossima stagione calcistica. Le aziende non ci stanno ad ammettere la posizione di vertice di Dazn e Tim nella gestione dei diritti e si appellano a mille e più dinamiche, più o meno contestabili.

LEGGI ANCHE >>> Diritti tv Serie A a Dazn, Sky non si arrende: la proposta che non ti aspetti

Dazn prepara la nuova stagione e lo fa con tutto il diritto di chi ha vinto, di fatto, la gara di assegnazione con la migliore offerta presentata. Molti i dubbi degli addetti ai lavori ma anche dei tifosi circa la tenuta stessa della piattaforma che negli anni scorsi ha sempre presentato grossi problemi in merito alla qualità dello streaming. La partita, dunque, non è ancora chiusa.