Il 1° luglio partirà il Bonus sociale automatico, l’agevolazione che consente a famiglie numerose e persone in stato di indigenza di ottenere sconti nelle bollette.

Adobe Stock

Dopo un leggero ritardo di sei mesi, dal 1° luglio arriverà il riconoscimento del Bonus sociale automatico. La data iniziale di partenza, il 1° gennaio, è stata superata a causa di verifiche richieste dal Garante della Privacy ma ora, dopo le correzioni apportate da Arera, l’agevolazione è pronta sui nastri di partenza. Destinatari del bonus saranno le famiglie con più figli e i cittadini che vivono situazioni di indigenza. Tali categorie potranno ottenere sconti nelle bollette di luce, gas e acqua in maniera completamente automatica.

Leggi anche >>> Bonus acqua potabile: nuova occasione di risparmio

Come funziona il Bonus sociale automatico

In arrivo il Bonus sociale automatico, l’agevolazione tanto attesa per tante famiglie che ha dovuto affrontare e risolvere dei problemi rilevati dal Garante della Privacy. La questione che ha portato un ritardo nell’applicazione del bonus riguardava proprio la caratteristica principale del bonus stesso, l’automatismo.

I sei mesi di attesa sono serviti, dunque, per curare nei dettagli il passaggio di informazioni tra IINP, Sistema Informativo Integrato gestito dall’Acquirente unico e le Banche dati che forniscono informazioni sulle forniture del gas, dell’acqua e della luce. E’ stato stabilito che l’Acquirente Unico sarà responsabile del trasferimento delle informazioni. Il passaggio avverrà grazie all’utilizzo di un collegamento client s-Ftp al server dell’INPS attraverso il quale verranno fornite le credenziali di accesso al gestore del SII.

Tutti i dati trasmessi saranno crittografati e firmati digitalmente al fine di tutelare la privacy degli utenti.

Leggi anche >>> Bonus Affitto 2021: l’attesa per l’erogazione dei voucher sta per terminare

La comunicazione al cittadino sulla tutale dei dati personali

I cittadini riceveranno una bolletta sintetica con datazione successiva al 30 giugno 2021 in cui potranno essere informati della corretta tutela della privacy. Nello specifico, troveranno scritto che “nel caso in cui lei avesse diretto ai bonus sociali per la fornitura di energia elettrica, gas naturale e acqua, i dati personali (…) sono trattati da Arera in conformità alle indicazioni contenute nell’Informativa Privacy” e verrà indicato il link a cui accedere per ottenere maggiori informazioni.

Requisiti per ottenere il Bonus sociale automatico

Adobe Stock

L’agevolazione verrà concessa a chi soddisferà particolari requisiti. I destinatari sono i clienti domestici con un contratto relativo ad un nucleo familiare con ISEE inferiore a 8.265 euro; ad un nucleo con almeno quattro figli a carico e ISEE inferiore a 20 mila euro; ad un nucleo con un titolare di Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza (ISEE anche superiore a 8.265 euro per lo sconto di luce e gas). Rientrano nella misura anche gli intestatari di un contratto attivo di fornitura luce, gas e acqua con tariffa per usi domestici e gli intestatari che hanno una fornitura attiva del gas o idrica condominiale.

Leggi anche >>> Bonus baby sitter: approfittane con l’estate 2021

Come richiedere il Bonus e quanto vale

Per ottenere l’agevolazione basterà compilare la DSU, la Dichiarazione Sostitutiva dei Redditi necessaria per l’ISEE. Automaticamente si avrà lo sconto nelle bollette se si soddisferanno i requisiti.

Per quanto riguarda il valore, l’importo del bonus varierà in base alla composizione del nucleo familiare. Nel 2021, le famiglie con 1 o 2 componenti potranno contare su una riduzione di 128 euro; con 3 o 4 componenti di 151 euro e con 5 componenti e più di 177 euro. 

La cifra verrà detratta direttamente dalle bollette con riferimento ai consumi effettuati nei 12 mesi successivi alla data di inoltro della domanda.