Truffe online: attenzione a questa, è molto pericolosa

Attenzione a questo tipo di truffe online: è facile cascarci e rischiamo di dare i nostri dati alle persone sbagliate

Truffe online – hacker (Fonte foto: web)

A più riprese abbiamo dovuto sottolineare come la tecnologia, renda al contempo tutto più facile ma anche pericoloso. Infatti hacker e truffatori mettono ogni giorno a dura prova la nostra sicurezza, nello specifico, quella dei nostri soldi. Basta davvero poco per veder sparire i nostri contanti o il credito dallo smartphone. Un esempio? Un Sms che ha fatto sparire migliaia di euro.

A farne le spese sono le compagnie o gli istituti di credito, dietro cui si celano queste truffe. Al momento, ne è in atto una davvero pericolosa, a nome di Intesa Sanpaolo, BNL ed Unicredit. Vediamo in cosa consiste.

Leggi anche>>> Truffa on line: acquista uno smartphone, ma riceve ben altro

Truffe online a nome delle banche: come comportarsi

Spesso il complesso meccanismo si serve di SMS o mail che fingano un pericolo o puntino ad incuriosire il cliente delle banche reali. Il messaggio inquietante a nome di Poste Italiane ne è una riprova, ed è assolutamente da non aprire. Quello che sta accadendo però è molto pericoloso perché i truffatori più audaci sono arrivati anche a copiare le pagine delle nostre home banking, in modo da poter carpire in modo ancor più facile, i nostri dati.

Come potete immaginare, all’interno di questa mail ci viene richiesto di cliccare su un link, per sbloccare il nostro account. Ed è lì, che come al solito, entra in gioco la cattiva intenzione di chi ci spedisce quella mail. Cliccando, il cliente viene reindirizzato in una pagina, che sembra proprio quella della sua banca. Niente di più falso.

Leggi anche>>> Pericolo truffe, arriva l’ennesima tagliola: attenti a questo sms

La home page viene fedelmente riprodotta, ma l’ignaro correntista è finito in una pagina truccata. Solo i più bravi riescono ad accorgersi che alcuni particolari sono differenti da quelli della pagina reale della banca, ma in molti continuano a crederci e vanno avanti. Per questo bisogna sempre far caso a queste cose, prima di compilare eventuali campi. In realtà, visto che le banche non mandano mai messaggi del genere, sarebbe meglio ogni volta, segnalare ed eliminare la mail. Qualora la banca avesse davvero qualcosa da farci sapere con urgenza, non ci contatterebbe comunque per posta elettronica.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base