Miliardi di password sono finite nelle mani degli hacker: i nostri social sono in pericolo, ma siamo ancora in tempo

Cybersicurezza (Fonte foto: Pixabay)

Probabilmente, un’attività così pericolosa in termini di sicurezza sul web, non era mai stata scoperta. Gli esperti parlano di migliaia di password finite su un enorme database. Un database di password tanto ampio, probabilmente non era mai stato raccolto.

Nonostante si parli sempre di privacy, in effetti non sembra che i mezzi che abbiamo a disposizione siano così sicuri, con i malintenzionati che sono riusciti ad entrare persino nei nostri conti corrente. E noi, siamo in pericolo?

Leggi anche>>> Noi dormiamo, gli hacker no: i malware arrivano con le tenebre

Come sono finite, le nostre password online

100 gigabyte di dati sensibili, 8 miliardi e mezzo di password circa, per parlare in termini di numeri. Tutte le password, sono poi finite su un network tra i più utilizzati dagli hacker. Tutto, a pochi giorni dalla Giornata mondiale della Password, con tanto di suggerimenti su come proteggere i nostri account.

In effetti, i nostri account privati non sono nemmeno tanto attaccati dagli hacker, che preferiscono categorie specifiche. I più attaccati, sono i profili di istituzioni mediche. Ma non abbiamo detto che non ci sarà da preoccuparsi, visto che questa è una delle fughe di informazioni più grandi a cui abbiamo mai assistito. Le password, sono finite su RockYou2021, un database molto amato dagli hacker.

Leggi anche>>> Facebook Ads, questione di pubblicità: quanto vale la privacy di un utente

Altri 32 milioni di password furono trafugati, ancora con RockYou, nel 2009. Il problema si fa ancora più serio oggi, a distanza di parecchi anni, perché con RockYou2021, sono venute fuori circa 3 miliardi e mezzo di chiavi d’accesso, comprese tutte nel file Compilation of Many Breaches. Il consiglio è quello di cambiare molto spesso la propria password, di modo che qualora fosse trafugata la nostra, gli hacker non riescano a trovare modi d’accesso nell’immediato.