Buone notizie in arrivo per tutti coloro in attesa dei nuovi contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Sostegno Bis. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Fonte: Pixabay

Il 2020 si rivela essere, senz’ombra di dubbio, uno di quegli anni che difficilmente riusciremo a dimenticare. Segnato dall’impatto del Covid, questo virus ha portato con sé delle ripercussioni negative sulle nostre vite sia per quanto riguarda l’aspetto delle relazioni sociali che economiche. Al fine di contrastarne la diffusione ci viene chiesto di prestare attenzione a vari accorgimenti, come ad esempio il distanziamento sociale o l’utilizzo delle mascherine. Riuscire ad affrontare le varie spese risulta sempre più difficile, con molte persone alle prese con una grave crisi finanziaria.

Proprio in questo contesto si rende necessario l’intervento del governo attraverso misure a ad hoc, come ad esempio l’erogazione di nuovi contributi a fondo perduto così come previsto nel Decreto Sostegni Bis. Rivolti alle categorie lavorative maggiormente colpite dalla crisi causata dall’impatto del coronavirus sull’economia, sono in molti a chiedersi quando i soldi arriveranno finalmente sul conto corrente. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Dalle bollette ai prestiti, attenti alla batosta: prezzi in preoccupante aumento

Contributi a fondo perduto, pagamenti in arrivo: come funziona

Fonte: Pixabay

Nel corso degli ultimi mesi il governo ha approvato una serie di aiuti economici a sostegno delle categorie maggiormente colpite dalla crisi economica in corso. Grazie al primo decreto Ssotegni sono già stati erogati dei primi contributi a favore di professionisti e imprese. Proprio sulla falsariga di questo provvedimento, i titolari di partite IVA otterranno un secondo contributo a fondo perduto, con il Governo che ha deciso di stanziare 15 miliardi di euro. Ma non solo, anche gli enti non commerciali e del terzo settore hanno la possibilità di ottenere il contributo a fondo perduto.

Entrando nei dettagli, chi ha già beneficiato dei contributi previsti dal primo Decreto Sostegni, riceveranno i soldi direttamente sul proprio conto corrente, senza dover presentare una nuova domanda. Nel caso in cui il proprio fatturato sia drasticamente peggiorato, invece, è possibile fare apposita richiesta, in modo tale da ottenere un contributo più alto. In tal caso bisogna aver registrato un calo medio mensile del fatturato tra il 1° aprile 2020 e il 31 marzo 2021 pari almeno al 30% rispetto all’anno precedente. In alternativa è possibile beneficiare di un nuovo tipo di contributo con finalità perequativa.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni Bis, in arrivo bonus spesa da 500 euro: la data da segnare

In questo caso, infatti, l’importo si basa sui risultati economici anziché sul fatturato, tenendo conto dei ristori e sostegni. Al momento non è ancora dato sapere quando arriveranno i pagamenti dei nuovi contributi a fondo perduto. Coloro che ne hanno già beneficiato grazie al primo decreto Sostegni, comunque, potrebbero veder arrivare i soldi sul conto corrente entro la fine di questo mese. Non resta quindi che attendere e vedere quando verranno effettuati i primi pagamenti.