La proposta di Legge che prevede l’eliminazione del bollo auto è stata posta all’attenzione di Mario Draghi e del Governo. E’ giunto il momento di dire addio all’odiato tributo?

Adobe Stock

Le tasse sono generalmente poco amate dai cittadini ma il bollo auto è uno dei tributi più odiati dagli automobilisti di tutta Italia. La sua eliminazione è avvenuta in altri Paesi dell’Europa e più volte è arrivata voce di una possibile abolizione anche nella nostra penisola. Le voci, finora, non si sono tramutate in fatti ma, forse, stavolta si fa sul serio. La proposta di Legge è arrivata a Mario Draghi e al Governo e riguarda, purtroppo, solo una parte del bollo, il superbollo.

Leggi anche >>> Bollo auto: con questi semplici escamotage puoi evitare di pagarlo

La proposta di Legge sull’eliminazione del Superbollo

Le richieste di abolizione totale del bollo auto non sono state mai accolte. L’obiettivo è, dunque, cambiato e l’ultima proposta di Legge giunta sul tavolo delle istituzioni chiede l’eliminazione del superbollo, la parte del bollo auto che prevede una integrazione della tassa per i possessori di vetture con potenza fiscale superiore ai 185 kw. In questo modo, si cerca di rimettere in piedi un mercato, quello delle auto di lusso, che in tempi di pandemia ha perso economicamente numerose entrate.

Accanto alla richiesta di abolizione parziale del bollo è giunta la proposta di una detrazione totale dell’IVA per l’acquisto di macchine aziendali per le aziende italiane.

La decisione finale è nelle mani del Governo e probabilmente occorrerà attendere qualche mese prima di conoscere il risultato.

Leggi anche >>> Dal bollo auto alla revisione, in arrivo nuove proroghe ed esenzioni

L’importanza del bollo auto per il Governo

Unsplash

La scelta di non eliminare, nemmeno parzialmente, il bollo auto è stata dettata da motivazioni strettamente economiche. Il superbollo, in modo particolare, rappresenta un’entrata importante a cui difficilmente il Governo deciderà di rinunciare. Le auto sportive e di lusso, verso cui si sta muovendo guerra a favore delle auto elettriche, generano entrate elevate, sono una risorsa economica ineguagliabile. Basti pensare che se in Germania il bollo che dovrà corrispondere il possessore di una Mercedes AMG GT R motorizzata con il 4 mila biturbo è di 500 euro, in Italia per la stessa auto si paga un bollo di quasi 7 mila euro con superbollo che ammonta a 5 mila euro.