Grazie ad una famosa legge prevista dallo Stato Italiano è possibile acquistare una televisione a prezzi decisamente agevolati

Televisione
Fonte foto web

Acquistare una televisione è una prassi piuttosto comune per una famiglia, ma alle volte può rivelarsi una spesa onerosa soprattutto se si opta ai modelli di ultima generazione.

Tuttavia esistono dei casi in cui si può alleggerire il carico e risparmiare qualcosina. Bisogna però rientrare in una determinata categoria appositamente previsto dal sistema normativo italiano.

In realtà non si tratta di un vero e proprio sconto, bensì di sgravi fiscali che comunque possono risultare decisamente comodi, soprattutto alla luce del periodo attuale. Andiamo a vedere quali sono e chi ne può beneficiare. 

LEGGI ANCHE >>> Giochi a premi: quanto si vince realmente in televisione?

Televisione: quando l’acquisto rientra nelle agevolazioni della Legge 104

In sostanza i soggetti a cui è stata riconosciuta una situazione di disabilità comprovata (rilasciata da uno specialista dell’ASL) e congiuntamente il bisogno e l’utilità di un apparecchio televisivo per quella persona si può ottenere una detrazione IRPEF del 19% oltre che la riduzione dell’IVA dal 21% al 4%. 

In realtà però non essendo in vigore una normativa specifica che regola questo aspetto, non è previsto un elenco preciso delle apparecchiature su cui è possibile godere di questi benefici. L’importante è che abbiano le seguenti caratteristiche: 

  • assistere la riabilitazione, 
  • rendere più semplice la comunicazione interpersonale, 
  • facilitare l’elaborazione scritta e grafica,
  • facilitare il controllo dell’ambiente,
  • favorire l’accesso all’informazione e alla cultura. 

La TV potrebbe rientrare in queste casistiche e inoltre bisogna considerare che i disabili hanno il diritto di accedere agli sgravi IVA se sono alle prese con menomazioni permanenti di natura motoria, visiva, uditiva o del linguaggio. 

LEGGI ANCHE >>> Nuovo digitale terrestre, attenti al vostro televisore: senza questo sparisce tutto

Per quanto concerne quelli IRPEF sono dovuti a chi ha disabilità fisica, psichica o sensoriale. Inoltre possono goderne anche il familiare che ha a carico la persona con problemi di disabilità riconosciuti dalla legge numero 104/1992.