Presto cambierà lo standard delle trasmissioni televisive e per questo sono in molti a chiedersi se dovranno o meno sostituire il proprio televisore. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Tv
Foto di StockSnap da Pixabay

Gli ultimi sono stati segnati dall’impatto del coronavirus, che continua ad avere delle ripercussioni negative sulle nostre esistenze. A partire dal distanziamento sociale, fino ad arrivare al coprifuoco, d’altronde, sono tanti gli accorgimenti a cui dover prestare continuamente attenzione. Un periodo storico particolarmente complicato, che registra allo stesso tempo un netto aumento dell’utilizzo dei vari strumenti tecnologici, come ad esempio smartphone e computer. In particolare, tra gli strumenti di comunicazione più utilizzati si cita senz’ombra di dubbio la televisione.

Presente ormai in quasi tutte le abitazioni, questo apparecchio permette di accedere ad informazioni di vario genere.  A prescindere dal tipo di trasmissione che si intende seguire, è bene ricordare che è iniziato il graduale passaggio al nuovo digitale terrestre, con gli abitanti di alcune Regioni che hanno già dovuto provvedere a sintonizzare i canali. A partire da settembre 2021, infatti, il vecchio digitale terrestre verrà sostituito completamente dal nuovo e per questo motivo sono in molti a chiedersi se dovranno o meno cambiare il proprio televisore. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Digitale terrestre, come vedere meglio tutti i canali spendendo pochissimo

Nuovo digitale terrestre, attenti al vostro televisore: tutto quello che c’è da sapere

Test tv per il nuovo Digitale terrestre: controlla l'idoneità del televisore
Test tv (Fonte foto: web)

Come già detto, è già iniziato il graduale passaggio al nuovo digitale terrestre, com molti televisori che, da settembre 2021, non potranno supportare il nuovo standard televisivo. Un cambiamento senz’ombra di dubbio importante, con la fase di passaggio che si concluderà a luglio del 2022.

Manca davvero poco, quindi, al passaggio definitivo al nuovo standard e per questo sono in molti a chiedersi se dovranno o meno cambiare il proprio televisore. Ebbene, per sapere se il vostro apparecchio sia o meno compatibile, vi consigliamo di sintonizzarvi sui canali 100 e 200, ovvero i canali test di Rai e Mediaset. A questo punto:

  • se appare la scritta “Test HEVC Main10”, allora vuol dire che il vostro televisore è in grado di ricevere il nuovo segnale e pertanto dovrete solamente provvedere a risintonizzare i canali;
  • nel caso in cui lo schermo appaia nero, allora il vostro televisore potrebbe non essere abilitato al nuovo standard HEVC Main10.

LEGGI ANCHE >>> Bonus TV, occhio ai requisiti: come funziona e a chi spetta

Nel caso in cui il vostro televisore non sia compatibile, vi interesserà sapere che è possibile usufruire fino al 31 dicembre del 2022 del bonus tv. Quest’ultimo si presenta come un contributo dal valore di 50 euro erogato sotto forma di sconto sul prezzo del televisore stesso ed è rivolto alle famiglie con Isee fino ad un massimo di 20 mila euro.