L’azienda di servizi postali si è profondamente rinnovata negli ultimi anni: attiva anche in tema di prestiti personali, con un catalogo di offerte per tutte le esigenze, propone il prestito BancoPosta Acquisto casa.

Web

Poste Italiane S.p.A. è una delle aziende italiane di primaria importanza. Oggi la sua offerta è assai variegata e non ha a che fare soltanto con i servizi postali, ma anche nel catalogo abbiamo servizi bancari (tramite il Patrimonio Bancoposta), finanziari e di telecomunicazione. L’elenco sarebbe ancora più lungo e non è questa la sede di analisi: qui di seguito infatti vogliamo occuparci di una specifica offerta di prestito personale del Gruppo, vale a dire prestito BancoPosta Acquisto casa.

Vedremo infatti i tratti fondamentali della proposta ai clienti e anche daremo un’occhiata, come al solito, alle opinioni di chi ha voluto sperimentare la formula di prestito Poste Italiane. E’ una buona soluzione? Scopriamolo.

Prestito BancoPosta Acquisto casa: gli aspetti essenziali dell’offerta

E’ ben noto che il progetto di comprare una casa è il sogno di tutti, specialmente coloro che intendono vivere in piena indipendenza o vogliono mettere su famiglia. L’abitazione di proprietà è quindi un obiettivo intramontabile, anche in tempi di pandemia. Anzi, a maggior ragione durante questa delicata fase per il paese: investire sul ‘mattone’ rappresenta sempre una garanza sul medio-lungo termine e permette di pianificare meglio alcuni aspetti del proprio futuro.

Ben consapevole che l’acquisto di un immobile rappresenta uno dei principali progetti di vita, Poste Italiane S.p.A. ha pensato ad un finanziamento ad hoc, denominato appunto ‘prestito BancoPosta Acquisto casa’

L’offerta del Gruppo si presenta subito piuttosto flessibile, giacchè grazie a prestito BancoPosta Acquisto Casa è possibile finanziare l’acquisto della propria casa, ma anche quelle che sono le pertinenze della propria abitazione come ad es. cantina o box auto.

I primi passi per ottenere il prestito Prestito BancoPosta Acquisto casa

Domandare il prestito BancoPosta Acquisto casa è molto semplice: è infatti sufficiente recarsi nell’ufficio postale più vicino, per avere le prime informazioni in merito e intraprendere l’iter che potrà portare all’erogazione del finanziamento. Ecco gli step iniziali:

  • individuare l’ufficio postale di riferimento;
  • prenotare l’appuntamento con un consulente ad hoc di Poste Italiane (anche telefonando al numero verde 800.211.290;
  • andare presso l’ufficio postale il giorno fissato.

Nell’incontro con il consulente, sarà possibile esporre i propri dubbi e analizzare la situazione personale, onde capire quando e a quali condizioni erogare il prestito BancoPosta Acquisto casa. Da notare che sarà possibile stabilire un appuntamento anche il sabato mattina, optando per una soluzione adatta specialmente a chi lavora a tempo pieno dal lunedì al venerdì.

LEGGI ANCHE >>> Carta di credito BCC, come funziona e le opinioni contrastanti di chi l’ha provata

Chi sono i possibili destinatari del prestito BancoPosta Acquisto casa?

Attenzione però ai requisiti da avere per poter sperare nella concessione del prestito in oggetto. Infatti, l’interessato per ottenerlo deve avere anzitutto:

  • un conto corrente BancoPosta;
  • oppure un libretto di risparmio postale nominativo ordinario.

Per quanto riguarda il discorso rate mensili, premettiamo che oscillano da un minimo di 36 mesi fino ad un massimo di 120 mesi.

In particolare, se si è titolari di un conto BancoPosta, l’importo minimo del prestito richiesto sarà di 10 mila euro; quello massimo  60 mila. Invece, per coloro i quali sono titolari di un libretto di risparmio, l’importo oscilla da un minimo di 10mila euro ad un massimo di 30mila. In ogni caso il piano rateizzazione è sempre entro la forbice 36-120 mesi.

Prestito BancoPosta Acquisto casa: requisiti e documentazione

Il prestito BancoPosta Acquisto Casa consiste in un’offerta, che può essere sfruttata a patto che il richiedente:

  • risieda in Italia;
  • abbia un reddito da lavoro/pensione oggettivamente comprovabile e prodotto nel nostro paese;
  • presenti una specifica documentazione, inclusiva di  documento d’identità in corso di validità, tessera sanitaria e documento di reddito.

Attenzione però: nel sito web ufficiale si trova segnalato che sarà comunque sarà obbligatorio presentare il compromesso registrato o atto di acquisto.

E, in ogni caso, Poste Italiane si riserva di decidere di domandare – sulla scorta delle specifiche caratteristiche del richiedente e/o per accedere a particolari promozioni in corso – supplementari requisiti e/o documentazione ulteriore rispetto a quella qui appena indicata.

Prestito BancoPosta Acquisto casa: come funziona l’erogazione del prestito

Veniamo a questo punto alle fasi clou dell’erogazione e del rimborso del prestito BancoPosta Acquisto casa. Occorre distinguere tra:

  • prestito BancoPosta Acquisto casa, rivolto ai titolari di Conto BancoPosta, da 10.000 fino a 60.000 euro: il finanziamento è versato in una sola soluzione con accredito diretto sul c/c BancoPosta intestato al richiedente;
  • prestito BancoPosta Acquisto casa, rivolto ai titolari di Libretto di Risparmio Postale Nominativo Ordinario, da 10.000 fino a 30.000 euro: il finanziamento è concesso in una sola soluzione con accredito diretto sul c/c bancario intestato al richiedente o direttamente in denaro contante allo sportello dell’ufficio postale di riferimento.

Il prestito in oggetto consiste in un prodotto di finanziamento erogato da Findomestic Banca S.p.A., e collocato da Poste Italiane S.p.A. – Patrimonio BancoPosta sulla scorta di un accordo distributivo non esclusivo sottoscritto tra le parti, ma che non comporta costi ulteriori per il cliente.

In ogni caso, la concessione di Prestito BancoPosta Acquisto casa è legata a valutazione ed approvazione da parte di Findomestic Banca S.p.A.

Rimborso del prestito BancoPosta Acquisto casa: come funziona?

Anche in tema di piano di rimborso, è necessario distinguere:

  • in caso di prestito BancoPosta Acquisto casa rivolto ai titolari di conto BancoPosta, il rimborso si compie con il pagamento di pratiche rate fisse mensili addebitate automaticamente sul Conto BancoPosta del richiedente;
  • in caso di prestito BancoPosta Acquisto casa rivolto ai titolari di Libretto di Risparmio Postale Nominativo Ordinario, il rimborso si compie con il versamento di pratiche rate fisse mensili, versate attraverso addebito automatico sul c/c bancario del richiedente o con il pagamento di bollettini postali.

Per ambo i casi, come sopra ricordato, la durata del prestito è da un minimo di 36 mesi a un massimo di 120 mesi.

Sul tema dell’offerta di prestito BancoPosta Acquisto casa, ricordiamo altresì che l’interessato può sottoscrivere una copertura assicurativa facoltativa, ossia un contratto ad hoc per tutelare la propria persona e la famiglia contro gli imprevisti (Posteprotezione Prestito). Prima della sottoscrizione si raccomanda, ovviamente, di leggere il fascicolo informativo disponibile negli uffici postali e sul sito www.postevita.it. Ciò al fine di avere tutte le informazioni sulle garanzie; sulle esclusioni; sulle limitazioni e sulle franchigie.

LEGGI ANCHE >>> Carta PayPal non mette d’accordo tutti, ecco perchè

Le opinioni dei clienti su prestito BancoPosta Acquisto casa: pro e contro

A questo punto, soffermiamoci su alcune dei commenti più interessanti degli utenti che hanno provato la formula di prestito delle Poste, per comprare casa. Ciò al fine di orientare il cliente verso la miglior scelta per le proprie esigenze.

I pareri positivi di chi ha provato prestito BancoPosta Acquisto casa

E’ da notare che i commenti di chi è soddisfatto del prodotto prescelto vi sono e non sono in numero esiguo. Ma la cosa tutto sommato non stupisce. Infatti c’è chi ha elogiato la solidità dell’azienda e dunque scegliere questo prestito è sinonimo di garanzia di qualità e serenità nell’affrontare un progetto di vita come l’acquisto dell’abitazione.

Altri hanno commentato positivamente il piano rateizzazione e la sua flessibilità, essendo previsto che le rate mensili possono arrivare fino ad un massimo di 120. Commenti buoni anche per quanto riguarda la facoltà della copertura assicurativa e in relazione al fatto che è possibile trovare un consulente disponibile per l’appuntamento anche il sabato mattina. Quest’ultima appare una soluzione ideale per chi durante la settimana ha un lavoro a tempo pieno.

Anche la competenza e la preparazione degli operatori di Poste Italiane ha tutto sommato ricevuto una valutazione positiva, segno che il prestito BancoPosta Acquisto casa ha sicuramente un certo seguito.

I pareri negativi di prestito BancoPosta Acquisto casa

Nonostante quanto appena riportato, vi sono anche alcune critiche mosse da chi non è così soddisfatto del prodotto prescelto. C’è ad esempio chi ha fatto notare che talvolta l’azienda sarebbe troppo ‘puntigliosa’ nel richiedere una documentazione aggiuntiva; allungando a dismisura l’iter che dovrebbe condurre all’erogazione del prestito.

Altri hanno fatto notare che sul sito web ufficiale di Poste Italiane, non viene offerto un quadro esaustivo del prodotto prestito BancoPosta Acquisto casa, con la conseguenza che l‘interessato è costretto a chiedere molte delucidazioni al consulente.

Altri ancora hanno notato che il servizio offerto dagli operatori non è sempre encomiabile, giacchè talvolta c’è chi si è imbattuto in persone poco preparate, svogliate o semplicemente incapaci di chiarire i vari dubbi prospettati dal cliente.