La carta prepagata PayPal facilita notevolmente le transazioni online e garantisce la sicurezza del titolare. Ecco le caratteristiche essenziali del prodotto e che cosa ne pensa chi l’ha provata. Si tratta di una buona scelta?

paypal

Tantissimi avranno già sentito parlare di PayPal e dei servizi che offre ai privati. Ebbene, abbiamo di fronte una tra le invenzioni più innovative degli ultimi decenni. Anzi può certamente dirsi che dal 1998, ossia l’anno del debutto sulla scena mondiale, PayPal ha progressivamente rivoluzionato il settore dei pagamenti online.

Pagare attraverso PayPal è davvero semplice: basta infatti usare soltanto un indirizzo mail e la password o il proprio numero di cellulare ed il codice PIN. Ecco dunque che con pochi click il compratore può concludere i propri acquisti online in piena sicurezza; peraltro aggirando il rischio della clonazione della propria carta e di tutti i problemi connessi.

Qui di seguito vogliamo focalizzarci sulla diffusissima carta prepagata PayPal. Vedremo cos’è, come funziona e, soprattutto, scopriremo i pareri di chi l’ha provata. Davvero conviene? Vediamolo.

PayPal: di che si tratta e a cosa serve

Prima di soffermarci nello specifico sulla carta prepagata PayPal, spendiamo qualche parola introduttiva proprio sul servizio PayPal, in generale.

In buona sostanza, abbiamo di fronte una piattaforma digitale che permette non solo di pagare online i propri acquisti su milioni di siti di e-commerce; ma anche di trasferire e ricevere denaro senza dover digitare o rendere noto il numero della carta di credito o le coordinate del proprio c/c bancario.

Insomma, PayPal supera il problema del timore di inserire i propri dati di carta di credito o di conto corrente per le transazioni online. Infatti, PayPal ha predisposto un sistema di pagamento che abbisogna soltanto di una mail. Ecco dunque una differenza notevole rispetto alle carte di credito ed altri metodi di pagamento che invece necessitano dell’inserimento di dati sensibili e personali. Semplicemente, per quanto riguarda gli store online che hanno detto sì al circuito PayPal, durante la fase di check-out non serve altro che optare per PayPal tra i vari metodi di pagamento, e seguire le istruzioni.

In particolare, sarà sufficiente indicare la e-mail per completare l’acquisto del prodotto. Altro aspetto interessante di PayPal è che si può acquistare o vendere nella propria valuta locale.

LEGGI ANCHE >>> Deutsche Bank, la carta di credito conviene oppure no?

Carta prepagata PayPal: come funziona? Il meccanismo

PayPal non offre soltanto un conto ad hoc, altresì propone la carta prepagata PayPal per compiere acquisti sicuri – online e presso negozi fisici – sia in Italia, che nel resto del mondo. Peculiarità della carta di pagamento è l’essere inclusa in uno dei circuiti più diffusi a livello internazionale, vale a dire Mastercard. Si può peraltro collegare al proprio conto PayPal e individuarla come metodo di pagamento per gli acquisti via web.

La carta prepagata PayPal è dotata di codice IBAN e dunque consente di compiere e ricevere bonifici. Si ricarica attraverso il conto PayPal o con bonifico/contanti presso i punti Lottomatica.

La carta prepagata PayPal è sicuramente da ricomprendere tra le migliori prepagate in circolazione. Punto di forza di questo servizio è l’estrema praticità, ossia il possibile collegamento con il proprio conto online PayPal. Attenzione però a distinguere carta e conto online. Infatti, pur essendo entrambi ‘PayPal’, sono due servizi diversi.

Ma ciò non toglie che conto e carta prepagata siano “comunicanti” e che, una volta finito il credito sulla carta, sia possibile prelevare i fondi dal conto. Non solo: la combinazione conto-carta, permette altresì di usufruire della protezione sugli acquisti.

Carta PayPal: come viene emessa? Le ricariche

Come accennato, l’emissione della carta PayPal avviene attraverso un punto vendita Lottomatica nella penisola. Pertanto, l’interessato – munito di documento d’identità – con 19,90 euro (9,90 euro per l’attivazione e 10 euro di ricarica minima) potrà ottenere la prepagata. In seconda battuta, sarà necessario attivare la carta prepagata PayPal, seguendo la procedura online.

Invece, con riferimento alle successive ricariche, si possono fare nei punti Lottomatica (versando 1,50 euro), attraverso ricarica da un’altra carta PayPal (gratis), tramite bonifico (1,50 euro) o con account online PayPal (in modo gratuito).

Costi carta prepagata PayPal 2021: ecco quali sono

In aggiunta ai costi predetti, chi intende usare la carta prepagata PayPal, deve sapere che le commissioni sui prelievi sono azzerate, se presso ATM del Gruppo Banca Sella. Invece, i prelievi ai punti Lottomatica e ATM hanno un costo di 1,90 euro; 3,00 Euro presso ATM di altri istituti nei paesi al di fuori dell’Unione Europea.

Attenzione anche ai trasferimenti da carta a carta: essi sono in tempo reale e il costo corrisponde ad un euro; stessa cifra anche per i trasferimenti da carta a conto corrente.

Sicurezza e riservatezza garantite con PayPal

Non deve stupire che, analogamente alle regole di sicurezza previste per l’account online, anche per la carta prepagata PayPal, gli standard di sicurezza previsti sono piuttosto alti. Anzi, circa gli acquisti effettuati sul web, sussiste una tutela in grado di agevolare i rimborsi in ipotesi di acquisto non andato a buon fine; o in caso di prodotto diverso da quello presentato nella scheda illustrativa.

Interessante anche il meccanismo di tutela antifrode, che comporta un costante controllo h24 delle transazioni effettuate via PayPal, per impedire illeciti quali truffe; furti di identità e phishing. La crittografia dei dati in relazione alle transazioni svolte, rappresenta una ulteriore garanzia per chi sceglie PayPal.

Sempre in tema di sicurezza, nelle circostanze di furto o smarrimento carta, quest’ultima va bloccata subito, telefonando al numero 0689329, attivo 24 ore su 24. Ovviamente, sarà altresì necessario denunciare quanto prima il fatto alle autorità, rendendo noti i propri dati sensibili e quelli della propria carta prepagata PayPal. Ultimata la procedura ad hoc, l’interessato potrà dunque richiedere una carta sostitutiva a CartaLIS Imel. E’ chiaro che, per poter tornare in possesso dell’importo della carta, sarà doveroso contattare i numeri dell’assistenza clienti, dettagliando i fatti all’addetto customer care.

I vincoli della carta PayPal sono superabili con l’evoluzione della carta

La carta prepagata PayPal comporta alcuni limiti: in particolare, una carta ‘standard’, subito dopo l’attivazione, permette prelievi fino a 100 euro giornalieri. Le ricariche non possono oltrepassare i 990 euro al giorno in denaro contante; o 2.500 euro con bonifico bancario. Invece, il limite di denaro trasferibile da una carta all’altra è di 2.500 euro al giorno.

Per sbloccare la carta e renderla pienamente operativa, il cliente deve seguire una procedura ad hoc, detta ‘evoluzione‘ la quale, laddove sia compiuta entro un semestre dall’attivazione della carta, è gratis (altrimenti la spesa è di 5 euro).

I vantaggi dell’evoluzione scattano dopo aver compilato il modulo sul web: codice IBAN attivato; possibilità di accredito stipendio nella carta; possibilità di 2 prelievi giornalieri; possibilità di spostare denaro su un’altra prepagata PayPal; plafond fino a 50.000 euro.

Le opinioni di chi ha provato la carta prepagata PayPal

A questo punto, focalizziamoci sui pareri dei clienti che hanno optato per la carta prepagata PayPal, in modo da orientare il cliente verso la migliore scelta per le proprie esigenze.

Le recensioni positive di carta prepagata PayPal

In considerazione dell’ampia diffusione che ha il meccanismo PayPal, non deve sorprendere che non siano pochi i clienti complessivamente soddisfatti di avere scelto la carta prepagata PayPal. Infatti, a parte chi sottolinea che l‘apertura del conto è gratis, emerge soddisfazione per quanto riguarda l’assenza di costi di commissione, salvo alcuni casi. Tuttavia, anche laddove sono presenti spese supplementari, c’è chi rimarca che PayPal comunica con chiarezza i costi addebitati, in caso di effettuazione dell’operazione. I costi appaiono comunque, in genere, piuttosto contenuti.

Pareri positivi anche in riferimento alle transazioni, che sono frequentemente ritenute assai rapide e comode, essendo effettuabili da qualsiasi dispositivo connesso al web (pc, tablet, smartphone). Anche l‘interfaccia riceve complimenti, giacchè si caratterizzerebbe – a detta degli utenti – per essere intuitiva e di facile utilizzo, anche per chi non è particolarmente pratico di nuove tecnologie.

Ancora, il customer care o servizio clienti ha ricevuto valutazioni buone, essendo generalmente considerato affidabile, competente e capace di risolvere le problematiche esposte dal cliente.

LEGGI ANCHE >>> Carta BancoPosta Classica, è una carta di credito valida?

Le recensioni negative di carta prepagata PayPal

Tuttavia, non mancano anche le opinioni di chi non è soddisfatto del servizio. Per esempio, c’è chi ha sottolineato che l’iter di attivazione a volte è complicato e non così veloce. Mentre le ricariche non sempre sono agevoli presso le tabaccherie. Non solo: c’è chi ha puntato il dito sull’impossibilità di vedere online da homebanking i mittenti dei bonifici.

Tra le critiche, anche chi ha segnalato forti difficoltà nel chiuderla; un servizio clienti che a volte complica il problema invece di risolverlo e utenti che fanno notare di aver visto sparire dei soldi dalla carta.

C’è anche chi non è riuscito a concludere l’iter di autentificazione via web e chi non è riuscito ad ottenere PIN e PUK. Non sempre le commissioni hanno messo d’accordo tutti, giacchè chi segnala che i costi non sono così irrisori, ma tutt’altro.