Oggi, venerdì 28 maggio, è l’ultimo giorno a disposizione per richiedere i contributi a fondo perduto previsti nel Decreto Sostegni. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere.

Soldi – Euro (Fonte foto: web)

Il 2020 si rivela essere uno di quegli anni che difficilmente riusciremo a dimenticare. Segnato dall’impatto del Covid, questo virus ha portato con sé delle ripercussioni negative sulle nostre esistenze sia dal punto di vista sociale che economico. Vari gli accorgimenti a cui bisogna prestare attenzione, con molte persone alle prese con una grave crisi finanziaria. Riuscire ad affrontare le varie spese risulta sempre più difficile e per questo il governo ha deciso di intervenire attraverso l’approvazione di misure ad hoc.

Ne sono una chiara dimostrazione i contributi a fondo perduto previsti nel Decreto Sostegni, destinati alle categorie lavorative maggiormente colpite dalla crisi causata dall’impatto del Covid. A tal proposito è bene ricordare di prestare la massima attenzione alle scadenze, dato che il termine ultimo per presentare domanda è proprio oggi, ovvero venerdì 28 maggio 2021. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Dalle bollette ai prestiti, attenti alla batosta: prezzi in preoccupante aumento

Contributo a fondo perduto, oggi è l’ultimo giorno per richiederlo: tutto quello che c’è da sapere

Soldi bonus (Fonte foto: web)

Dallo scorso 30 marzo è possibile presentare domanda per i contributi a fondo perduto previsti nel primo Decreto Sostegni. Un aiuto senz’ombra di dubbio molto atteso, il cui termine ultimo per fare domanda è proprio oggi, ovvero venerdì 28 maggio. Una data importante, che si rivela decisiva anche per il pagamento in automatico dei contributi previsti nel Decreto Sostegni Bis. Stando a quanto previsto da quest’ultimo, infatti, i titolari di partita Iva già beneficiari dei contributi a fondo perduto previsti nel primo decreto Sostegni, hanno diritto al pagamento automatico di un nuovo contributo dello stesso importo.

Ma non solo, sarà possibile anche presentare richiesta per il nuovo bonus a fondo perduto, che verrà calcolato prendendo in considerazione la perdita subita nel periodo tra aprile 2020 e marzo 2021 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’importo del nuovo contributo verrà quindi determinato in base alla differenza tra l’importo medio mensile di fatturato e corrispettivi dei due periodi presi in considerazione, seguendo le seguenti percentuali:

  • 60% fino a 100 mila euro di ricavi;
  • 50% da 100 mila euro a 400 mila euro;
  • 40% da 400 mila euro a 1 milione di euro;
  • 30% da 1 milione a 5 milioni di euro;
  • 20% da 5 milioni a 10 milioni di euro.

LEGGI ANCHE >>> Turismo in ginocchio, il paradosso italiano: spostamenti tra regioni vietati, ma all’estero….

Il pagamento, ricordiamo, non sarà però garantito per tutti. Nel calcolo dell’importo del nuovo contributo, infatti, verrà presa in considerazione anche la quota già pagata automaticamente.