Grazie alle vaccinazioni la gente sta pian piano tornando a spostarsi. Attenzione però, contestualmente sono tornate anche le truffe di viaggio

Truffe di viaggio
Fonte foto: web

A piccoli passi si sta tornando verso la normalità motivo per cui sono state anche riaperte diverse frontiere. Finalmente si può tornare a viaggiare, naturalmente essendo ligi alle regole anti contagio del paese ospitante.

Una buona notizia che però ha risvegliato dal torpore anche i truffatori esperti del settore, che con i loro “pacchetti” ingannevoli cercano di attirare le persone al fine di estorcere loro il più alto quantitativo di denaro possibile.

LEGGI ANCHE >>> Operazione Fake Travel della Finanza: truffe su biglietti dell’agenzia

Le truffe di viaggio ai tempi del covid

A tal proposito le organizzazioni a tutela dei consumatori hanno lanciato l’allarme visto che sono in aumento le truffe di viaggio. Una delle tecniche più utilizzate da questi esperti criminali è quella del telemarketing.

Dunque, si contatta direttamente l’utente e si tenta di raggirarlo millantando mega offerte a prezzi convenienti. L’altra grande frontiera di questo genere di inganni è quella online ovviamente. In pratica attraverso la contraffazione dei più importanti portali di prenotazione di voli, hotel e tutto ciò che riguarda il mondo dei viaggi, si rendono più autorevoli al cospetto del malcapitato di turno, che spesso tende a fidarsi e a “prenotare”.

Le vittime non sono scelte a casa, ma vengono seguite (solitamente attraverso i social network) in modo tale che gli si possa proporre un viaggio che si sposi in pieno con i suoi gusti e le sue preferenze.

LEGGI ANCHE >>> Truffa in banca da 1 milione di euro: il colpevole che non ti aspetti

A prescindere dal mezzo utilizzato, il fine è sempre il medesimo: cercare di mettere le mani sui dati bancari delle persone per poi poter avere libero accesso a bancomat e carte varie. Il tutto viene fatto attraverso un percorso che tende a “portare a dama” il soggetto preso di mira, senza incutergli timore e destare sospetti.

Ad ogni modo quando ci si imbatte in queste “super offerte” è bene fare delle accurate analisi di verifica. Nella maggior parte dei casi si tratta di un tentativo di raggiro.