Guadagnare soldi (a volte tanti soldi) con i social network non è impossibile. Ma per riuscirci il percorso può essere arduo.

Social network guadagno
Foto © AdobeStock

Probabilmente è il sogno di tutti: fare soldi semplicemente utilizzando i propri profili social. Che sia Instagram, Facebook o Twitter, il lavoro del Terzo Millennio passa dalla cosa più semplice e al tempo stesso più devastante del mondo: i post. Per rendersene conto, basta pensare a quanto accaduto con i famigerati tweet di Elon Musk, in grado di far schizzare dapprima alle stelle e poi alle stalle le quotazioni della criptovaluta Bitcoin. Questo per dare l’idea di quanto un influencer possa contribuire agli umori di mercato, culturali e di tendenza in qualunque momento. Chiaramente, un imprenditore come Musk il suo guadagno lo trae da altri parti.

Qualcuno, invece, ha trovato la ricetta giusta e impostato la propria vita professionale interamente sulle piattaforme social. Quello dell’influencer diventa così un vero e proprio lavoro, in grado di fruttare pure parecchi soldi. Stesso discorso per gli streamer, i blogger e tutti gli altri “er” che possono operare sul web. Riuscendo a far soldi veri attraverso strumenti che, solo qualche anno fa, avremmo definito superflui se non addirittura dannosi per le cose importanti.

LEGGI ANCHE >>> Chi vuol essere influencer? Il rapporto tra gli italiani ed i miti del web

Fare soldi coi social, un “lavoro” alternativo: ecco come si guadagna

A tracciare un quadro abbastanza esaustivo della situazione ci ha pensato la piattaforma Lickd.co, che ha indicato quanto e come i vari social possano portare guadagno. Tre di loro in particolare, rispondenti ai nomi di YouTube, Instagram e TikTok. I primi due famosi già da tempo, l’ultimo una vera e propria rivelazione in questo campo. Arrivato dalla Cina e accessibile anche ai giovanissimi (da ora con determinate limitazioni) ha costruito il suo successo sulla possibilità di fare video brevi e divertenti. Il guadagno suddetto arriva nel momento in cui si raggiungono i 10 mila iscritti (minimi) e le 270 milioni di views.

LEGGI ANCHE >>> Quando l’influencer è nababbo: chi guadagna di più a colpi di post

Ma probabilmente è YouTube il non plus ultra del guadagno social. Anche perché, a ben vedere, è forse l’unica piattaforma che mostra dei reali talenti. Cantanti del Terzo Millennio, ma anche personalità di formazione accademica scelgono YouTube per lanciare il loro programmi, realizzarne di nuovi e arrivare al maggior numero possibile di persone. Per arrivare alla soglia degli 80 mila euro, secondo Lickd.co, occorrono almeno 1.000 iscritti e 24 milioni di visualizzazioni. Necessaria l’iscrizione allo YouTube Partner Programme (YPP), riservato a chi ha raggiunto almeno 1.000 iscritti e 4 mila ore di views. Resta Instagram: qui i followers devono essere almeno 5 mila e i post sponsorizzati perlomeno 308. Chi arriva al milione potrebbe incassare anche 200 mila euro con un post.