Attenti ai prelievi di denaro con bancomat e ai pagamenti con il Pos. In alcuni casi, infatti, si rischia di dover fare i conti con delle brutte sorprese. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

I venditori vanno al Bancomat credendo di incassare: la truffa gli fa perdere i soldi
Bancomat (Fonte foto: web)

Il denaro non è in grado di garantire la felicità, ma aiuta, indubbiamente, a risolvere un bel po’ di problemi. Per poter acquistare un prodotto o usufruire di un servizio, d’altronde, bisogna sempre corrispondere una contropartita di carattere economico. Non stupisce, quindi, il fatto che proprio il denaro finisca spesso per essere al centro di varie discussioni. Se tutto questo non bastasse, gli strumenti di pagamento sono protagonisti, ormai da molti anni, di continui cambiamenti.

Proprio in tale ambito si fa sempre più largo l’ipotesi di dover a breve dire addio al denaro contante e ai prelievi da conto corrente. Soffermandosi sui prelievi da bancomat o pagamenti tramite Pos, si tratta di operazioni molto semplici, che richiedono davvero poco tempo. In alcuni casi, però, ci si può imbattere in alcune situazioni poco piacevoli, che finiscono inevitabilmente per destare un bel po’ di preoccupazione. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere.

LEGGI ANCHE >>>  Conto corrente, quanti soldi è possibile tenere sul conto senza rischi: cosa c’è da sapere

Bancomat, occhio a prelievi e pagamenti: tutto quello che c’è da sapere

Sportello bancomat (Fonte foto: web)

Prelevare o versare denaro attraverso le casse automatiche si rivela essere un’operazione alquanto semplice. Allo stesso tempo, però, non bisogna mai lasciare nulla al caso, onde evitare di dover fare i conti con degli spiacevoli inconvenienti. In tal senso, quando ci si reca presso uno sportello ATM, si consiglia di verificare sempre che la somma di denaro erogata corrisponda a quanto richiesto.

In alcuni casi, infatti, può capitare di dover fare i conti con un errore di erogazione, che in realtà nasconde dietro un tentativo di frode tramite clonazione della carta. Proprio per questo motivo si consiglia di verificare lo scontrino dell’estratto conto e accertarsi che non riporti una somma di denaro più alta di quella effettivamente ottenuta. Ma come è possibile?

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente, stangata in arrivo: torna lo spettro della patrimoniale al 10%

Alcuni truffatori, potrebbero inserire sullo sportello ATM uno skimmer. Si tratta di un apparecchio che permette di prendere i dati della carta e prelevare i soldi del malcapitato di turno. Un sistema che può essere utilizzato anche sui terminali di pagamento Pos. Proprio per questo motivo, ogni volta che si prelevano i soldi con i bancomat o si effettuino dei pagamenti con Pos, è opportuno prestare la massima attenzione.