Una nuova truffa operatori Enel è andata in scena in un piccolo comune dell’Italia meridionale. Diverse le segnalazioni dei tentativi di raggiro 

Truffe operatori Enel

Le truffe porta a porta non passano mai di moda. Nonostante le molteplici tecniche che sono state ideate nel corso degli anni, diversi malviventi si avvalgono ancora di questa subdola opzione, che se ponderata dovere può portare a raggiri di non poco conto.

Un “lavoro” che richiede un’accurata analisi preventiva. Vanno infatti studiate le potenziali vittime e i loro movimenti, in modo tale da andare subito a dama senza perdere troppo tempo. Una delle ultime in ordine di tempo ha praticamente messo in subbuglio un’intera comunità cittadina. 

LEGGI ANCHE >>> Truffa dello specchietto: finale amaro per la giovane coppia, ecco cosa è successo

Truffa operatori Enel: ecco cosa è successo ad Agropoli

Il teatro del misfatto questa volta è stato il piccolo comune di Agropoli alle porte di Salerno. Loschi personaggi si sono finti operatori Enel per entrare nelle case delle persone e spingerli a firmare contratti fasulli attraverso cui estorcere loro ingenti cifre di denaro.

Azioni che non sono passate inosservate in paese, tant’è che al passo coi tempi sui social network e su Whatsapp sono state molteplici le segnalazioni degli spiacevoli episodi. Le vittime designate sono state naturalmente per lo più anziani, ma allo stato attuale non si conoscono ulteriori particolari.

Le uniche notizie certe che si hanno su queste potenziali truffe sono le zone in cui hanno agito, sparse per la maggior parte nel centro cittadino. Da via Giotto a via Madonna del Carmine passando per via Risorgimento, via Pio X, Via San Francesco e via Europa. 

LEGGI ANCHE >>> Truffe online, non paga solo la vittima: come funziona il risarcimento

Per effetto di ciò è scattato l’appello a non aprire la porta a nessuno, nemmeno a persone che indossano la divisa dell’Enel o di altre società elettriche. Il rischio che siano fake è abbastanza alto.