Truffe ormai evolute che mettono a rischio seriamente l’integrità dei nostri conti correnti, seriamente a rischio.

Malware
Malware (Adobe)

Ci risiamo, una nuova truffa rischia i minacciare in maniera molto decisa il nostro paese ed i nostri conti correnti. Il pericolo arriva dal sudamerica, più precisamente dal Brasile. Un malware talmente potente da mettere a rischio con estrema tranquillità l’integrità dei servizi offerti dai maggiori istituti di credito, e soprattutto quella dei nostri conti corrente, esposti in maniera assolutamente pericolosa alle minacce di una truffa molto complessa.

Un malware bancarie che ha già colpito 70 diversi istituti di credito in molti paesi europei e sudamericani. Una truffa molto ben organizzata capace di colpire nell’ingenuità e nella troppa fiducia di alcuni clienti con batoste sui conti corrente non del tutto di piccola entità. I ricercatori di Kasperky hanno scoperto la frode e hanno aggiunto come questo tipo di virus stia diventando ancora più forte ultimamente, grazie al lavoro degli esperti che lo hanno sviluppato.

LEGGI ANCHE >>> Fate attenzione: ecco la truffa del falso poliziotto

Truffa bancaria: anche gli istituti bancari devono aprire gli occhi sui nuovi rischi di truffa

Truffa on line
Truffa on line (Adobe)

Una cartella zip con un sito web contraffatto per rendere ancora più efficaci le azioni dannose che già un virus porta con se, tra i suoi obiettivi. Più di 100 comandi, tra i quali la possibilità di inviare falsi messaggi per provare ad attirare l’attenzione degli utenti. Il concetto dei falsi sms, o mail, è quello che più di tutti riesce ad attirare la curiosità ed i dubbi degli utenti, portandoli in pochi minuti ad essere vittime di truffe davvero ben studiate.

“Oggi siamo testimoni di una tendenza rivoluzionaria nella distribuzione dei trojan bancari: gli attori locali attaccano attivamente gli utenti non solo nella loro area geografica ma anche in tutto il resto del mondo. Implementando nuove tecniche, le famiglie di malware brasiliane hanno iniziato a colpire anche in altri continenti e Bizarro, che prende di mira gli utenti europei, ne è l’esempio lampante – spiega Fabio Assolini, esperto di sicurezza Kaspersky”.

LEGGI ANCHE >>> Anziana truffata per 3 milioni di euro: la finta beneficenza

Le banche dovrebbero aggiornarsi e fare in modo di diventare immuni a questo tipo di attacchi, per la propria integrità, in un certo senso aziendale, e per quella dei propri clienti che rischiano i propri patrimoni attraverso le banche stesse.