Una vera e propria truffa, un metodo collaudato, una azione mirata ad un obiettivo preciso. La vittima selezionata con cura.

Carabinieri
Carabinieri (Adobe)

Una ex ballerina ora diventata una vera e propria criminale esperta di truffe, si è scontrata letteralmente con le indagini dei carabinieri di Thiene, che per un lungo periodo hanno indagato in merito ad una precisa vicenda accaduta da quelle parti. La donna, di origini rumene, ex ballerina di night club sarebbe la protagonista di una vera e propria truffa scattata ai danni, tra gli altri, di un ottantenne dell’Altopiano di Asiago.

La tecnica seguiva bene o male sempre lo stesso schema. L’individuazione di uomini soli, spesso anziani, di cui poter approfittare economicamente e l’inizio dell’azione di seduzione. La donna, spesso si concedeva anche sessualmente, in modo da tenere ancora più vicine a se le sue vittime. L’obiettivo principale era ovviamente quello di indebolire la posizione di quegli uomini per rubargli o estorcergli denaro. Una tecnica che alla donna riusciva alla perfezione.

LEGGI ANCHE >>> Truffa bancaria: il nuovo virus sudamericano fa davvero paura

L’ultima truffa: l’anziano, vittima del raggiro era già stato derubato nel 2016

Soldi – Euro (Fonte foto: web)

La denuncia che ha fatto partire le indagini risale all’estate del 2020. In quella occasione, un uomo del posto, ottantenne, aveva denunciato la donna di origine rumena per avergli sottratto soldi. Per l’uomo si trattava in realtà della seconda volta, in quanto già vittima nel 2016 delle trame truffaldine della donna. Il magistrato Alessandro Block, della procura di Vicenza ha quindi richiesto il rinvio a giudizio per la donna ritenuta responsabile di estorsione e truffa aggravata.

Complice della donna era anche suo marito. Il primo incontro dell’ottantenne con la donna risale al 2016, quando dopo esserci conosciuti in un locale notturno, era iniziata una strana relazione caratterizzata dalle continue richieste economiche della donna, vittima, secondo i suoi racconti di numerose disgrazie. 50mila euro versati dall’uomo in totale nel 2016.

LEGGI ANCHE >>> Fate attenzione: ecco la truffa del falso poliziotto

Nel 2020 la storia si è di fatto ripetuta, ma stavolta l’uomo ci ha rimesso “soltanto” 14mila euro. La tecnica sempre la stessa. L’uomo, stanco della situazione ha quindi denunciato la donna e la giustizia, finora, ha fatto il resto.