Un’accoppiata che promette un affaccio sul futuro. Ma anche un modo per testare dispositivi di ultima generazione. Cosa aspettarsi da Dazn.

Dazn smart tv
Foto © AdobeStock

C’è una buona parte di futuro che può essere letta nel rinnovamento dell’offerta tv per la prossima Serie A. L’accoppiata fra Dazn e Tim, anche se non sembra aver del tutto convinto gli utenti, è pronta ad aprire una sliding door importante verso il restyling del calcio (e non solo) su abbonamento. Il monopolio di Sky, durato praticamente per vent’anni, è stato messo per la prima volta da parte in nome di una strategia che punta sempre di più sul binomio fra internet (Dazn è una piattaforma streaming) e Smart Tv. Non un dettaglio, considerando che i televisori di uso domestico sono ormai praticamente tutti in versione smart. E che, naturalmente, internet è parte integrante della quotidianità di ognuno di noi.

In questo senso, ecco spuntare una questione non di poco conto: come riuscire a combinare i due addendi e non perdersi nemmeno una partita della prossima Serie A, praticamente tutta a marca Dazn. Anche per coloro che non hanno sottoscritto (o non sottoscriveranno) un abbonamento, la faccenda si è fatta piuttosto interessante. Innanzitutto per capire a quanto ammonterà l’importo e, nondimeno, per capire quanto converrà in termini tecnici pagarne uno. Uno dei primi nodi da sciogliere è quello relativo alla tv. Quali sono quelle più adatte?

LEGGI ANCHE >>> Serie A, l’accoppiata TIM e Dazn non convince: “Torneremo alla radiolina…”

Dazn + Smart Tv, la combo del futuro: i migliori dispositivi compatibili

Va detto che Dazn è una piattaforma piuttosto sensibile e, trattandosi di un servizio in streaming, non richiede componenti aggiuntive. Niente cavi quindi, né parabole e nemmeno decoder. Basterà una semplice applicazione e un dispositivo compatibile. Naturalmente, servirà anche una buona connessione e, in questo senso, dovrebbe intervenire Tim e la sua offerta di fibra. Del resto, anche la banda larga è una delle strade seguite per migliorare l’offerta sia televisiva che di pay tv. Per restare a Dazn, comunque, una connessione efficace è forse la componente più importante, per evitare fastidiose interruzioni durante la partita.

LEGGI ANCHE >>> Serie A 2021/22 a Dazn: ma quali tv lo supportano?

La fibra ottica è quindi il consiglio base. Altrimenti, una rete da cellulare 4 o 5G, dal momento che sono i mezzi con più garanzie in termini di connessione e qualità del segnale. I dispositivi utili a Dazn sono comunque diversi e, questa è la cosa bella, almeno uno già probabilmente in nostro possesso. Fra questi, ad esempio, un computer Windows o Mac, ma anche Linux o un’app per smartphone e tablet, sia Android che iOS. Per quanto riguarda le Smart Tv, si parla di Android TV, Samsung Tizen o LG Web OS. Ma anche alcuni dispositivi come PlayStation 4 e 5 o Xbox Series X e S saranno in grado di supportarlo. Niente streaming 4K per ora ma una smart TV 50 pollici 4K di HiSense potrebbe offrire una buona performance.