La piattaforma di messaggistica non piace più agli utenti. La grande fuga è iniziata da molti giorni. I motivi.

Whatsapp
Whatsapp (Adobe)

Whatsapp non convince più i sui utenti, i suoi affezionati clienti, insomma. L’app, tra le più note di messaggistica istantanea al mondo, non regge più al confronto del giudizio dei suoi milioni di fans. Troppe cose non vanno per il verso giusto, e soprattutto in queste ultime settimane qualcosa ha definitivamente incrinato il rapporto tra l’azienda ed i suoi poco affezionati, oggi, utenti. Cosa è successo di tanto assurdo ultimamente, quindi?

Il problema sono le caratteristiche dell’app, le sue funzioni spesso obsolete rispetto alle app concorrenti. Le modalità di fruizione del servizio, la possibilità di aggiungere a tale servizio funzioni sempre più particolari ed innovative. Una serie di dinamiche, insomma e poi quella più delicata di tutte, la questione riguardante la tutela della privacy e delle informazioni veicolate attraverso la piattaforma stessa. Il problema nasce fondamentalmente da qui

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, truffa ai parlamentari: cosa sta succedendo

La grande fuga da Whatsapp: l’aggiornamento che non è piaciuto agli utenti

Quello che più di tutto non piaciuto agli utenti di Whatsapp è il cambiamento delle politiche riguardanti la privacy e la gestione conseguente dei dati personali. La possibilità che Facebook, proprietaria di Whatsapp potesse utilizzare tali dati a suoi piacimento per fini commerciali di certo non è piaciuta a chi non ha accettato l’aggiornamento e di conseguenza è andato verso un graduale non funzionamento delle principali opzioni dell’app.

Si perchè gradualmente Whatsapp dovrebbe diventare inaccessibile a chi non ha accettato le sue nuove condizioni di utilizzo. In molti, però, scappano a prescindere. Non fa più gola l’app, non è forse più tempo per Whatsapp, il presente ha forse un altro nome.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp: da domani spariscono i messaggi, restano (forse) solo le chiamate

La fuga trova le maggiori motivazioni proprio qui, poi chiaramente c’è un po’ di tutto. Ma la verità è che le ultime posizioni dell’azienda in tante situazioni non sono state comprese dagli utenti, e questo è il risultato. Account chiusi, profili cancellati. Questo succede oggi a Whatsapp.