La data del 15 maggio è ormai arrivata e tutti si chiedono cosa si possa o meno fare da quel giorno in poi. Velo diciamo noi.
Whatsapp
Whatsapp (Adobe)

Da mesi ormai si parla del 15 maggio 2021 come della data in cui il rapporto di milioni di utenti con Whatsapp, una delle più note ed utilizzate app di messaggistica istantanea al mondo, potrebbe cambiare per sempre. Si è parlato di ogni cosa in questi mesi, principalmente di questioni legate alla privacy ed all’utilizzo delle informazioni derivanti dall’uso stesso dell’applicazione, di proprietà di Facebook. Ma non sembra ancora chiaro cosa davvero possa cambiare tra pochi giorni.

Sulla stessa app nelle scorse settimane numerosi messaggi di quelli abitualmente appartenenti a vere e proprie catene social, mettevano in guardia dalla possibilità di acconsentire o meno alle nuove modifiche delle impostazioni riguardanti la privacy. Quelli che un po’tutti hanno immaginato è che considerata al presenza di Facebook si potesse passare ad una totale condivisione di dati ed informazioni riservate. Non proprio quello che dovrebbe succedere.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, occhio alla foto profilo: non sempre è al sicuro

Giorni contati per Whatsapp: tutto sarà ancora possibile ma per pochi giorni

Whatsapp
Fonte Pixabay

Per gli utenti che decideranno di non accettare le nuove condizioni imposte dall’azienda che gestisce l’app di messaggistica ci saranno una serie di restrizioni. Tali accorgimenti consentiranno però, l’utilizzo ancora per un periodo circoscritto di alcune funzionalità di Whatsapp, quali ricevere chiamate e notifiche, mentre pare non sarà più possibile leggere e inviare messaggi. Finora, i punti più importanti dovrebbero essere questi.

Una nota dell’app di messaggistica recita quanto segue: ““Se non accetterai i termini entro questa data, WhatsApp non eliminerà il tuo account – si legge in una nota – tuttavia, non avrai a disposizione tutte le funzionalità dell’applicazione finché non accetti. Per un breve periodo di tempo, potrai ancora ricevere chiamate e notifiche, ma non potrai leggere o inviare messaggi dall’applicazione”.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, sei giorni al D-day: meglio non sottovalutare il pericolo

L’app smetterà di funzionare, insomma, per chi non si adeguerà alle nuove politiche indette dall’azienda. Milioni di utenti con molta probabilità, lasceranno l’applicazione per cercare nuove soluzioni alle proprie esigenze, per tutti gli altri, tutto sarà come prima, si spera.