Non tutti lo sanno ma WhatsApp offre un’opzione di privacy che consente di mettere al riparo la nostra immagine di profilo. Ecco come fare.

WhatsApp foto profilo
Foto: Web

No, non è solo una foto di profilo. E’ la nostra foto profilo. E come tale, un minimo va protetta, che sia su un social piuttosto che su WhatsApp. Ecco, proprio sull’app di messaggistica che fa capo a Facebook, il pensare comune ci porta a ritenere che la sua staticità sia sinonimo di sicurezza granitica. In realtà non è così e il motivo è semplice: esiste un’opzione di privacy che non tutti attiviamo. E non farlo può potenzialmente costare caro. Si tratta di una funzionalità disponibile ma largamente ignorata, se non altro perché fra quelle a cui si pensa meno.

La foto del profilo, a dispetto di quanto crediamo, non è affatto una componente priva di rischi. Anzi, omettere alcune disposizioni sulla privacy del nostro profilo può esporre al pericolo di mettere a disposizione le nostre foto a chiunque sia in possesso del nostro numero telefonico. Ovvero, anche qualora ci fosse qualcuno con memorizzato il nostro numero (anche un perfetto sconosciuto) senza che noi , potrebbe tranquillamente estrapolare la nostra immagine del profilo.

LEGGI ANCHE >>> Con WhatsApp si invia di tutto: da ora anche i soldi

WhatsApp, occhio alla foto profilo: ecco come proteggerla

Si tratta di un rischio reale. Sui social network, infatti, capita spesso che delle immagini di profilo vengano utilizzate indebitamente per la creazione di pagine false o per altri scopi illeciti. Per evitare questo scenario, tutt’altro che edificante, bastano pochissimi accorgimenti. Anzi, ne basta uno a dire la verità, e lo si può fare proprio dalle impostazioni di WhatsApp. Accedendo al menù, basterà cliccare sulla voce “account” e su “privacy”. Da lì, selezione “Immagine del profilo” e scegliere l’opzione più indicata.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp rischia il blocco totale: cosa non fare con l’app

Con questa opzione, l’immagine del profilo verrà messa al riparo dalla possibilità di accesso da parte di contatti non memorizzati. Infatti, nel menù a tendina sarà possibile decidere con chi “condividere” le nostre foto (l’opzione “I miei contatti” resta quella più sicura). Questo, naturalmente, vale per coloro che scelgono di utilizzare come immagine una foto del proprio volto. Se si vuole evitare qualsiasi tipo di preoccupazione, basterebbe posizionare nel riquadrino una foto di paesaggi o di animali. Qualcuno lo fa. Ma è una minoranza.