Arrivano buone notizie da parte dell’Inps per alcuni titolari di Partita Iva. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

Partite Iva

 

È trascorso ormai più di un anno da quando il Covid è entrato prepotentemente nelle nostre vite, portando con sé delle conseguenze negative sia per quanto riguarda le relazioni sociali che economiche. Al fine di contrastarne la diffusione, infatti, il governo ha deciso di adottare una serie di misure restrittive, in seguito alle quali molti imprenditori hanno dovuto abbassare le saracinesche delle proprie attività.

Un contesto particolarmente complicato, con l’esecutivo che ha deciso di adottare varie misure a sostegno delle categorie maggiormente colpite. Ne sono un chiaro esempio quelle contenute nel Decreto Sostegni, così come altri bonus e agevolazioni erogati nel corso degli ultimi mesi. Allo stesso tempo sono tante, purtroppo, le famiglie che continuano a vivere un momento di difficoltà e per questo motivo non passa inosservato un recente messaggio dell’Inps, che porta con sé delle buone notizie per alcuni titolari di Partita Iva. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

LEGGI ANCHE >> Conto corrente, stangata in arrivo: torna lo spettro della patrimoniale al 10%

Partite Iva, buone notizie dall’Inps: arriva la proroga per il pagamento della prima rata dei contributi

Partite Iva
Foto: Web

Grazie al messaggio n. 1911 del 13 maggio 2021, l’Inps ha reso noto lo slittamento al 20 agosto 2021 del pagamento della prima rata dei contributi previdenziali e assistenziali per i lavoratori iscritti alle gestioni autonome speciali INPS degli artigiani e degli esercenti attività commerciali.

La proroga è stata annunciata dopo il nulla osta del Ministero del Lavoro che ha appunto autorizzato lo slittamento di tre mesi della scadenza della prima rata dei contributi per artigiani e commercianti. Una decisione presa, come è facile immaginare, per venire incontro alle esigenze delle categorie già messe a dura a prova dall’impatto del Covid sull’economia.

LEGGI ANCHE >>> Figli in DAD, arriva il bonus baby sitter: tutto quello che c’è da sapere

Entrando nei dettagli quindi, artigiani e commercianti hanno tempo fino al 20 agosto di pagare la prima rata dei contributi. La scadenza, ricordiamo, era inizialmente prevista per il 17 maggio. Sempre il 20 agosto, inoltre, dovrà essere pagata la seconda rata. Ci sarà tempo fino al 16 novembre, invece, per versare la terza. Per quanto riguarda l’ultima rata riferita al 2021, invece, bisognerà saldarla entro il 16 febbraio 2022.