Specificamente rivolta ai minorenni e con regole particolari per quanto riguarda il controllo dei genitori. Ecco le caratteristiche e le funzionalità, ma anche le opinioni di chi l’ha provata.

Carta postepay green

Negli ultimi anni, Poste italiane S.p.A. ci ha abituato ad una varietà di offerte sempre più ampia e ricca di vantaggi per i clienti. D’altronde, è ben noto che si tratta di una primaria azienda italiana, che si occupa di una pluralità di servizi non solo postali, ma anche bancari, finanziari e di telecomunicazione; di telematica pubblica; di operazioni di riscossione e pagamento e di raccolta del risparmio postale.

I suoi servizi, disponibili via web e negli uffici postali sparsi per la penisola, si arricchiscono oggi grazie al nuovo prodotto denominato ‘carta PostePay Green’, già arrivata negli oltre 12.800 uffici postali italiani. Si tratta di una carta che vede i giovanissimi come target di riferimento e che mira alla biosostenibilità e dunque, in qualche modo, contribuisce alla tutela dell’ambiente.

Di seguito ne scopriremo le caratteristiche essenziali, vedremo come funziona e soprattutto daremo un’occhiata ai pareri di chi l’ha già utilizzata: prevale la soddisfazione oppure ci sono critiche che pesano nel giudizio finale sul prodotto?

Carta PostePay Green: di che si tratta?

Dare una definizione della nuova carta PostePay Green di Poste Italiane Spa non è affatto complicato, anche in considerazione della fascia di popolazione a cui espressamente si rivolge. Ebbene, questo prodotto consiste in una innovativa carta di pagamento ricaricabile e contactless, realizzata in collaborazione con Visa, e rivolta appunto ai ragazzi nell’età compresa tra i  10 e i 17 anni.

Poste Italiane sembra piuttosto sensibile a temi quali l’ecologia e la tutela dell’ambiente, se pensiamo che la carta PostePay Green è prodotta in materiale biodegradabile. Si tratta infatti di una carta realizzata per l’82% da acido polilattico di origine biologica, per garantire l’eco-sostenibilità. In particolare, lo scopo di Poste Italiane è emettere ben 20 milioni di carte biodegradabili entro il 2025.

Trattandosi di una carta esplicitamente rivolta ai giovanissimi, già assai avvezzi all’uso delle moderne tecnologie, non sorprende che la gestione della nuova carta sia ottimizzata dall’app Postepay. 

Grazie a questo innovativo prodotto, i giovani possono dunque compiere acquisti e fare pagamenti quotidiani con una relativa autonomia. Ciò potrà avvenire sia via web che presso negozi fisici; ed anche sarà possibile scambiare piccole somme di denaro con gli amici. Non solo: i genitori possono usare l’app citata per personalizzare l’uso della carta PostePay Green in relazione alle necessità di spesa di un particolare momento.

LEGGI ANCHE >>> Carta BancoPosta Classica è una carta di credito valida? Opinioni a confronto.

Cosa si può fare con questa carta? Le operazioni disponibili

Grazie all’uso combinato della carta PostePay Green e dell’app dedicata, i giovani possessori possono compiere una ampia serie di operazioni, e contestualmente possono dunque imparare a gestire i propri risparmi e a sviluppare gradualmente una vera e propria ‘educazione finanziaria’.

Il giovane utilizzatore della carta dovrà dunque scaricare l‘app PostePay e grazie alle sue funzionalità, sarà possibile accedere a moderni servizi, come ad esempio:

  • pagamenti nei negozi fisici convenzionati attraverso il ‘codice PostePay’; per sfruttarlo è sufficiente inquadrare con la fotocamera del proprio cellulare il codice QR esposto;
  • pagamenti via web;
  • pagamenti con lo smartphone attraverso l‘app Google Pay, ossia un sistema tecnologico di mobile payment;
  • ricarica della carta Postepay Green con uno dei metodi messi a disposizione dal sistema di Postepay;
  • trasferimenti di denaro “p2p” da una carta Postepay Green all’altra. Come anticipato, grazie a questa carta gli amici si possono scambiare piccole somme di denaro, con l’app  Postepay e senza dover ricordare il numero della carta dell’amico;
  • acquisto del ticket per circolare sui dei mezzi di trasporto pubblico: è inoltre possibile viaggiare sulle reti della metropolitana abilitate servendosi di tutte le carte di Poste Italiane – compresa la carta  PostePay Green –  senza dunque il bisogno di comprare il ticket cartaceo. Nella circostanza in cui il controllore domanda il biglietto, sarà sufficiente esibire la carta utilizzata per accedere ai tornelli; o lo smartphone Android se si è pagato con la Carta Postepay Green, servendosi del citato servizio Google Pay;
  • sfruttare i benefici del programma ScontiPoste: i possessori della carta Postepay Green possono ottenere sconti in cashback accreditati proprio sulla carta, presso i numerosi negozi convenzionati con l’iniziativa.

Attenzione anche al momento del compimento della maggiore età: infatti, una volta 18enni la carta in oggetto non sarà disattivata, ma invece permarrà attiva; ed anzi il giovane possessore ne potrà prendere il pieno controllo per tutte le operazioni che riterrà opportune.

Come si ricarica la carta PostePay Green?

La carta Postepay Green può essere agevolmente ricaricata grazie a tutti i canali già attivi per le altre carte del sistema Postepay. Pertanto, è possibile fare la ricarica:

  • recandosi in un ufficio postale;
  • via web sul sito poste.it o postepay.it;
  • con smartphone o tablet attraverso le app dedicate Postepay o BancoPosta;
  • attraverso le tabaccherie e i punti vendita convenzionati della rete Lottomatica Servizi PuntoLIS;
  • agli sportelli automatici ATM Postamat.

I genitori possono intervenire sulla carta PostePay Green: ecco come

Ovviamente, essendo una carta esplicitamente rivolta a chi è minorenne, i genitori potranno avere un margine di controllo su ciò che accade con l’utilizzo della carta PostePay Green. In estrema sintesi, vediamo di seguito cosa possono fare i genitori del ragazzo o della ragazza.

Grazie alle funzionalità del servizio denominato ‘parental control’, i genitori possono controllare le spese del figlio, sfruttando il servizio ‘Le mie carte’. Insomma, possono agire sul denaro potenzialmente in uscita e, in particolare, possono dunque impostare i limiti di spesa e prelievo; impostare i limiti di uso della carta in un paese straniero; e possono altresì abilitare o meno la carta in questione, per quanto riguarda gli acquisti via web, sui siti convenzionati con il circuito Visa in qualsiasi momento. Non solo: è anche ammesso poter eventualmente limitare l’operatività della carta su internet, per singole categorie di prodotti.

Infine, i genitori possono decidere di dare la ‘paga periodica’ al figlio/a direttamente sulla carta PostePay Green anche servendosi della cd. ricarica automatica a soglia o a tempo.

Il controllo sulle attività dei figli può essere compiuto attraverso le notifiche, alert ed informative.

La carta Postepay Green può essere ottenuta soltanto recandosi presso un ufficio postale. Basta la presenza di un solo genitore (o del tutore), mentre non è obbligatorio che vi sia anche il minore. E’ sufficiente infatti avere con sé i propri documenti di identità e quelli del figlio.

I costi della carta PostePay Green: ecco quali sono

Non poche persone potrebbero chiedersi quali sono i costi connessi all’emissione della carta PostePay Green ed al suo utilizzo. Vediamoli di seguito, in una sintetica panoramica:

  • costo di emissione/ricarica: 5 euro;
  • ricarica minima all’acquisto: 5 euro;
  • POS di negozi: 150 euro;
  • limite invio P2P: 200 euro;
  • sostituzione carta: 5 euro;
  • limite massimo plafond: 1.000 euro;
  • prelievo giornaliero massimo da ATM: 100 euro da ATM bancario o ATM Postamat;
  • ricarica via web dai siti poste.it e postepay.it grazie al servizio BancoPosta Online e/o conto BancoPosta Click e/o con altra Postepay: limite singola operazione 500 euro.

Commissioni per i prelievi: ecco quali sono

Piuttosto bassi i costi delle commissioni per i prelievi, eccoli di seguito:

  • un euro da ATM Postamat e da POS Postamat;
  • un euro da uffici postali abilitati (POS);
  • 1,75 euro da ATM bancario abilitato, in Italia e Paesi Euro;
  • 5 euro per prelievo in valuta diversa dall’Euro da ATM Visa all’estero + 1,10% dell’importo del prelievo.

Mentre per quanto riguarda le commissioni sui pagamenti, sono nella generalità dei casi a costo zero (su POS – circuito VISA/PayWave; da uffici postali abilitati – POS; con collegamento telematico dai siti internet di Poste Italiane;  su POS virtuali – esercenti online).

LEGGI ANCHE >>> I clienti Illimity Bank sono davvero soddisfatti di questa banca? Opinioni a confronto.

Carta PostePay Green: le opinioni di chi l’ha provata

A questo punto, focalizziamoci sui pareri dei clienti che hanno optato per la carta PostePay Green di Poste Italiane, in modo da orientare il cliente verso la migliore scelta per le proprie esigenze.

Le recensioni positive di carta PostePay Green

In verità, i commenti degli utenti soddisfatti non mancano. Accanto a costi complessivamente assai ridotti, è apprezzata particolarmente la possibilità di tenere sotto controllo i movimenti e l’utilizzo della carta da parte del figlio o della figlia, anche grazie alle moderne tecnologie che facilitano la verifica immediata di quanto accade (parental control).

Pareri buoni anche per quanto riguarda i tanti costi azzerati, come ad es. quelli sulle commissioni per i pagamenti. Anche i costi di emissione e sostituzione della carta PostePay Green sono considerati davvero competitivi. Il programma ScontiPoste cui si può accedere con la carta in oggetto, ha ricevuto apprezzamenti.

Molti genitori sono soddisfatti del bilanciamento che questa carta riesce ad ottenere tra limiti all’utilizzo e sviluppo di una basilare educazione finanziaria, già in età adolescenziale, quindi accolgono assai positivamente la novità lanciata da Poste Italiane.

Ancora, elogi per quanto riguarda il funzionamento dell’app dedicata, ritenuta nell’insieme di semplice utilizzo, immediata ed intuitiva. Anche l’eventuale servizio di assistenza è ritenuto complessivamente all’altezza, potendo Poste Italiane contare su una rete di numerosi uffici sparsi in tutta la penisola. Infine, anche il fatto che la carta è biodegradabile è un aspetto valutato positivamente dagli utenti.

Le recensioni negative di Carta PostePay Green

In considerazione del recente lancio del prodotto e dell’estrema semplicità delle sue caratteristiche e della modalità d’uso, al momento non sono emerse particolari critiche alla carta PostePay Green.

Soltanto i genitori poco avvezzi all’utilizzo delle moderne tecnologie hanno espresso qualche commento negativo, in considerazione della componente ‘digitale’, necessaria a controllare le attività connesse alla carta, da parte del figlio/a.