Buone notizie per molti contribuenti alle prese con vecchi debiti con il Fisco. A breve, infatti, potrebbero fare i conti con un’importante novità. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

L’ultimo anno è stato segnato dall’impatto del Covid che continua ad avere delle ripercussioni negative sulle nostre vite sia per quanto concerne le relazioni sociali che economiche. Molti, in effetti, sono gli accorgimenti a cui ci viene chiesto di prestare attenzione, al fine di limitare la diffusione di questo virus. Se tutto questo non bastasse, a peggiorare la situazione, si annovera la decisione di chiudere molte attività. Una situazione che costringe pertanto molte famiglie a dover fare continuamente i conti in tasca prima di poter comprare qualcosa.

Da qui la necessità di interventi mirati da parte del governo, come ad esempio quelli approvati con il Decreto Sostegni. Misure indubbiamente importanti, ma purtroppo non sufficienti, tanto da portare il governo a lavorare all’approvazione di nuove misure. Proprio in questo ambito si potrebbe assistere nel corso degli ultimi mesi a delle importanti novità per quanto riguarda i debiti con il Fisco. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Inps, in arrivo contributi per soggiorni estivi: cosa c’è da sapere

Debito con il Fisco, importanti novità in arrivo: possibile rateizzazione in 10 anni per Partite IVA

Fonte foto: web

Salvo ulteriori proroghe, il Fisco ripartirà con l’attività di riscossione a partire dal prossimo 1 giugno. Proprio a partire da tale data, però, potrebbe essere introdotta un’importante novità a sostegno delle categorie maggiormente colpite dalla crisi in corso.

Stando alle ultime indiscrezioni, infatti, sembra che il governo stia valutando la possibilità di far sanare i debiti con una rateazione fino a 10 anni, purché in possesso di determinati requisiti. Tale misura, infatti, dovrebbe essere rivolta alle partite Iva, che hanno usufruito nel corso di questi mesi dell’erogazione di contributi a fondo perduto.

LEGGI ANCHE >>> Turismo in ginocchio, il paradosso italiano: spostamenti tra regioni vietati, ma all’estero….

Una misura studiata proprio per venire incontro alle esigenze dei soggetti che si ritrovano a vivere una grave crisi economica a causa dell’impatto del Covid sull’economia. Come già detto, comunque, al momento si tratta solamente di indiscrezioni. Non resta quindi che attendere l’approvazione del Decreto Sostegni Bis, per scoprire quali saranno le decisioni prese in merito dal governo e se sarà davvero possibile, o meno, rateizzare i debiti in 10 anni.