Cucinare, portare i figli a scuola e pulire casa sono solo alcune delle attività che ogni mamma si ritrova a svolgere tutti i giorni. Ecco a quanto dovrebbe ammontare lo stipendio di una mamma, se fosse un lavoro retribuito.

festa della mamma

Diventare genitori è senz’ombra di dubbio l’esperienza più bella della propria vita. È sufficiente un sorriso dei propri figli, infatti, per riuscire a rallegrare le nostre giornate e sentirci meglio. Dall’altro canto non si può negare che si tratti anche del mestiere più difficile del mondo, che porta a dover fare i conti con alcuni aspetti di carattere pratico, come ad esempio le spese per l’istruzione, l’alimentazione, oltre che il tempo libero. Se tutto questo non bastasse, l’impatto del Covid sulla nostra economia porta molte famiglie a dover fare i conti con una difficile gestione finanziaria.

Basti pensare che, nel corso degli ultimi mesi, circa 830 mila genitori hanno rinunciato a curare i figli, proprio per non aggravare ulteriormente sul bilancio famigliare. Un contesto particolarmente complicato, in cui le mamme svolgono un ruolo di notevole importanza. Delle vere e proprio tuttofare, infatti, rappresentano il punto di riferimento di ogni famiglia. Dalla pulizia della casa, passando per la gestione dei vari impegni dei figli, fino ad arrivare all’alimentazione, sono in grado di esercitare più professioni in un solo giorno. Ecco, quindi, quanto dovrebbe guadagnare una mamma se il suo fosse un lavoro retribuito.

LEGGI ANCHE >>> Crescere un figlio fino ai 18 anni costa una fortuna: le cifre

Dalla casa ai bambini, il lavoro delle mamme vale 6.500 euro al mese

Fonte: Pexels

Stando a quanto stimato da ProntoPro, portale che mette in contatto offerta e domanda di diversi servizi professionali, ogni mamma dovrebbe guadagnare, mediamente, 6.500 euro al mese. Una cifra senz’ombra di dubbio non indifferente, ottenuta prendendo in considerazione le retribuzioni che vengono in genere riconosciute a chi svolge per mestiere le varie attività svolte giornalmente da ogni mamma.

In particolare ogni mamma svolge le seguenti attività: chef a domicilio, autista privato, animatrice, colf, psicologa e insegnante di ripetizioni. Un lavoro che dura in media 44 ore a settimana, con le mamme impegnate giornalmente a prendersi cura dei propri figli e della casa. Entrando nei dettagli, stando a quanto stimato da ProntoPro, ogni settimana una mamma impegna:

  • 5 ore per accompagnare i figli a scuola e alle varie attività sportive;
  • 9 per aiutare i figli a fare i compiti;
  • 5 ore per far giocare i figli;
  • 2 ore per aiutare i figli nella gestione delle varie problematiche quotidiane;
  • 16 ore a cucinare;
  • 7 ore per la gestione della casa.

LEGGI ANCHE >>> Assegno unico per i figli, il momento della verità: ecco perché non conviene a tutti

Una vera e propria attività a tempo pieno, che ha visto aumentare la mole di lavoro a carico delle mamme a causa del coronavirus. La chiusura di vari servizi, come ad esempio le scuole, infatti, ha portato le mamme ad investire ancora più tempo a supporto dell’attività scolastica dei figli. Una situazione che non può passare di certo inosservate, con le mamme che si rivelano essere, ancora una volta, il punto di riferimento di ogni famiglia.