Sempre più utenti sono vittime di complessi giochi di prestigio da parte dei vari operatori. Spesso vere e proprie truffe.

Trufffe
Truffa (Adobe)

Prima o poi capita a tutti. Il mercato attuale impone quasi giri folli tra i vari operatori alla ricerca dell’offerta migliore. E’ quello che da un po’ di anni succede nel settore dell’energia, della telefonia, bene o male ogni azienda ricorre al solito metodo della promozione sfrontata per strappare clienti alla concorrenza. Clienti che poi ci torneranno alla concorrenza probabilmente, ma che nel frattempo avranno preso parte al walzer dei contratti e delle disdette.

La truffa nella maggior parte dei casi consiste nel propinare all’utente in cerca dell’offerta vantaggiosa una proposta fittizia. Quante volte ci siamo scontrati, soprattutto per quel che riguarda il settore energetico con promesse di bollette più leggere ed una realtà che il mese successivo ci diceva tutt’altro. Il gioco è tutto qui, il raggiro è alla base di tutto, oltre all’insistenza di chi fa da tramite, i tanto odiati e onnipresenti call center, insomma. Pedine, loro malgrado di un gioco molto, ma molto, più grande di quanto si possa immaginare.

LEGGI ANCHE >>> La truffa romantica: così è riuscito a farsi dare 118 mila euro

Luce e gas: la vera arma per gli utenti truffati è il diritto di recesso

Scampare alla truffa è semplice, purtroppo però, dopo che la si è subita. Venire fuori da una situazione del genere però non è impossibile. Il mercato libero, quello che proprio gli operatori call center o anche quelli porta a porta non fanno altro che nominare, offre la scappatoia, se cosi la si può chiamare del diritto di recesso. La possibilità, insomma, di uscire dagli accordi presi e trovare poi una nuova collocazione per quel che riguarda l’utenza ricercata.

Anche la telefonia non è esclusa da questo enorme giro d’affari. Basti pensare alle false promesse di line ultraveloce, nelle varie località dove questa nemmeno era in funzione. Parliamo di complessi progetti del tutto truffaldini che non fanno altro che muovere le nostre speranze, richieste, volontà di risparmio. Non sei soddisfatto? Perfetto, vai via, tanto prima o poi ritorni.

LEGGI ANCHE >>> Luce e Gas, assunti se imparano a truffare: come ci rubano i dati in casa nostra (VIDEO)

Il gioco sembra purtroppo essere questo. L’arma nelle nostre mani è insomma il diritto di recesso, da mettere in pratica seguendo tutte le istruzioni del caso, sperando poi di trovare una nuova e più onesta promozione.