Anche per il 2021 bisognerà presentare la dichiarazione dei redditi e per questo motivo sono già in molti a chiedersi quando arriveranno i rimborsi Irpef. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Modello 730
Foto: Web

È trascorso ormai più di un anno da quando il Covid è entrato prepotentemente nelle nostre vite, portandoci a dire addio a molte nostre abitudini. Un contesto particolarmente difficile, con ripercussioni negative sia dal punto di vista delle relazioni economiche che sociali. Nonostante ciò la macchina amministrativa non si ferma mai e anche per il 2021 bisognerà presentare la dichiarazione dei redditi. A proposito di quest’ultima, ricordiamo, è sempre necessario prestare attenzione ad alcune novità, come ad esempio quelle inerenti l’estratto conto.

Tale documento, d’altronde, è necessario per riuscire a dimostrare di aver eseguito correttamente un pagamento, potendo così beneficiare della relativa detrazione. Come successo l’anno scorso, inoltre, bisogna sapere che sono previste diversi termini per quanto concerne le date di conguaglio. Proprio per questo motivo sono in molti a chiedersi quando riceveranno i soldi dei rimborsi IRPEF 2021. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Contributo a fondo perduto: ecco come si compila la dichiarazione dei redditi

Dichiarazione 730, quando arrivano i rimborsi Irpef: tutto quello che c’è da sapere

Bonus Irpef, in arrivo i pagamenti: a chi spetta
Irpef (Fonte foto: web)

Anche per il 2021 si deve fare la dichiarazione dei redditi, per cui bisogna presentare gli appositi documenti, grazie ai quali è possibile beneficiare delle relative detrazioni IRPEF. Tra questi, come già detto, si annovera l’estratto conto, che consente di dimostrare come le varie spese siano state pagate attraverso metodi di pagamento tracciabili. A causa dell’impatto del Covid, ricordiamo, il calendario fiscale ha subito varie modifiche. Ne è un chiaro esempio la presentazione del modello 730, che sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate a partire dal prossimo 10 maggio.

Ma non solo, vista l’estensione dei termini per la presentazione del modello 730, si prevedono, proprio come l’anno scorso, diversi termini per il pagamento dei rimborsi Irpef. Questo vuol dire che chi desidera ricevere prima tale rimborso, deve provvedere ad inviare  al più presto la propria dichiarazione dei redditi. Nel caso in cui risulti un conguaglio IRPEF a credito, infatti, bisogna sapere che i soldi non arriveranno più necessariamente a luglio. Con la dichiarazione dei redditi 2021, bisogna fare i conti con sei termini per ricevere i soldi dell’eventuale rimborso Irpef, che variano in base alla data di presentazione del modello 730.

LEGGI ANCHE >> Conto corrente, stangata in arrivo: torna lo spettro della patrimoniale al 10%

I rimborsi IRPEF, infatti, verranno erogati a partire dal mese successivo a quello in cui il datore di lavoro o l’Inps riceve il prospetto di liquidazione. I primi a poter beneficiare dei rimborsi, pertanto, saranno coloro che provvederanno a presentare la dichiarazione dei redditi entro il 31 maggio 2021. Per quest’ultimi il rimborso IRPEF verrà accreditato in busta paga, sulla pensione o sul conto corrente già nel mese di luglio.