Per quanto possa essere comodo e ci faccia spostare ingenti somme di denaro, il mezzo del bonifico è sempre rischioso.

Bonifico
Bonifico (Adobe)

In via telematica, tutto diventa rischioso. Oggi, dobbiamo stare molto attenti con i nostri conti corrente, ci sono rischi da valutare anche per chi concede una delega, ma oggi ci soffermiamo sul bonifico. Anche un passaggio di soldi all’interno della stessa famiglia, ma a mezzo bonifico può darci qualche scomodo.

Trasferire qualunque somma, direttamente sul conto del figlio, della moglie, marito o comunque familiare stretto che sia, sembra una cosa abbastanza sicura, eppure, come andremo a vedere, anche un semplice bonifico oggi diventa un mezzo di cui quanto meno dover valutare alcuni rischi.

Leggi anche>>> Conti correnti a rischio perdite: la soluzione può essere questa

Trasferire soldi con un bonifico: comodo quanto pericoloso

Il problema principale sono le solite verifiche da parte del Fisco. Esse infatti, non vengono compiute solo su aziende o per grandi movimenti di danaro, ma tutti siamo controllati. A volte, un passaggio di denaro tra familiari può nascondere qualcosa di illecito, quindi è bene tenere gli occhi aperi su tutto. Se non siete molto esperti e preferite il prelievo con passaggio a mano, ecco quanto tempo impiega il denaro per passare all’altro conto con un bonifico. Effettivamente comodo, ma tracciabile.

Un esempio di movimento sospetto è se la stessa cifra di danaro si spostasse da un conto all’altro ogni mese, in modo da far emergere un reddito non presente sul 730. Ma andiamo nell’esempio pratico: dobbiamo comprare casa e versiamo una somma sul conto del nostro coniuge. Spesso, accade per chi compra una seconda casa ed in tal senso i soldi usati per comprare un immobile non corrispondono a dono o prestito. Ciò vuol dire che l’appartamento risulterà del coniuge ed ecco il rischio: in regime di separazione dei beni, se ci separiamo dal nostro coniuge, perderemo la proprietà del denaro versato sull’altro conto, senza appello.

Leggi anche>>> BancoPosta Classica è una carta di credito valida? Cosa ne pensa chi l’ha provata davvero

Per questo, anche se è un mezzo efficace e veloce, è sempre indispensabile specificare il motivo del passaggio, nella causale del bonifico. Stessa cosa, dicasi del passaggio di denaro al conto del coniuge per lavori come quelli di ristrutturazione. Anche qui come prima, alcune cause ci potrebbero portare alla totale perdita di quella somma e non ci sarà niente che giustifichi il fatto che la rivogliamo, secondo la legge.