Italia come la Grecia: vaccinazioni di massa sulle isole minori per proteggere la stagione turistica. E si valuta il Covid-free anche in montagna.

Isole Covid free
Foto di julia roman da Pixabay

E’ una giornata importante quella di venerdì 7 maggio. Sul piano vaccinazione si prosegue nella modalità ordinaria ma per alcune zone d’Italia si cercherà la sterzata decisiva per poter garantire perlomeno qualche barlume d’estate. Con la bella stagione sempre più alle porte e una situazione turistica ancora tutta da definire, si riapre il discorso delle isole Covid-free, che si cercherà di coadiuvare proprio attraverso il programma vaccini. Come annunciato dal commissario Francesco Paolo Figliuolo, infatti, alcune delle principali località turistiche isolane preparano la mossa che, sulla carta, dovrebbe portarle alle soglie della stagione al meglio dal punto di vista sanitario.

Cominceranno le isole di Capraia e l’arcipelago delle Eolie. Giusto in tempo per prepararsi in vista del Green pass che, a partire dal 16 maggio, consentirà gli spostamenti per tutto il territorio nazionale e, soprattutto, inaugurerà la primissima fase della stagione turistica. Quella della messa a punto delle località per intenderci. Una mossa pensata in modo simile a quanto fatto dalla Grecia, già in fase di vaccinazione per le sue isole, da sempre meta del turismo internazionale, soprattutto giovanile.

LEGGI ANCHE >>> Il vaccino retribuito: proteggersi dal covid guadagnandoci

Isole Covid-free: la panacea per il turismo è il vaccino, ecco chi comincia

Una vera e propria vaccinazione di massa quella che ci si appresta a mettere in atto. Il vaccino impiegato dovrebbe essere Johnson&Johnson, mentre la tempistica stimata per il completamento della procedura. Come detto, si comincerà con le Eolie, per poi proseguire con le isole di Lampedusa e Linosa, a partire da sabato. Poi toccherà alle Egadi, precisamente a Favignana e negli stabilimenti di Marettimo e Levanzo. Le vaccinazioni riguarderanno tutti i cittadini dai 18 anni in su. Probabilmente, nei prossimi giorni si procederà con le vaccinazioni anche in altre aree del Paese contornate dal mare.

LEGGI ANCHE >>> Quando potremo dire addio al Covid? Ce lo dice la matematica

Nel frattempo, in Campania si prosegue a ritmo serrato: dopo che Procida è già diventata Covid-free (praticamente il 100% degli abitanti è già stato vaccinato), sembra che presto il risultato verrà raggiunto anche dall’isola di Capri. Il piano vaccinazioni dovrebbe essere stilato anche per le isole più piccole del Lazio e della Puglia. Stesso discorso anche per le zone montane. Come riferito dallo stesso Figliuolo, la medesima strategia potrebbe essere dirottata anche in direzione delle montagne, per alcuni paesi più isolati della catena appenninica e di quella alpina. L’obiettivo è arrivare pronti al mese di giugno. Il countdown è già partito.