Importanti novità in arrivo grazie agli emendamenti approvati al primo Decreto Sostegni, tra cui un bonus da 1.000 euro rivolto a determinate categorie di lavoratori.

Difficoltà economiche: ci pensano le Regioni, con bonus fino a 1000 euro
1000 euro (Fonte foto: web)

Il 2020 è stato segnato dall’impatto del Covid che continua ad avere delle ripercussioni negative sulla vita di tutti noi, sia dal punto di vista delle relazioni personali che economiche. Molte sono le restrizioni con cui dover fare i conti, tra cui il coprifuoco e la chiusura di molte attività. Una situazione particolarmente complicata, che porta, purtroppo, molte famiglie a dover fare i conti con una difficile gestione finanziaria.

Da qui la necessità di interventi ad hoc da parte del governo, come ad esempio i contributi a fondo perduto approvati con il Decreto Sostegni. A proposito di quest’ultimo, in Parlamento per la conversione in legge, spunta un emendamento che prevede un bonus di 1000 euro a favore dei soggetti esclusi dall’ultima erogazione dei contributi a fondo perduto. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo chi ne ha diritto e cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Sostegni, importanti aiuti in arrivo per i genitori: cosa c’è da sapere

Decreto Sostegni, bonus 1000 euro in arrivo: tutto quello che c’è da sapere

Bonus Irpef, in arrivo i pagamenti: a chi spetta
Bonus Irpef (Fonte foto: web)

Importanti novità per le partite Iva precedentemente escluse dai beneficiari dei contributi a fondo perduto previsti con il Decreto Sostegni. Spunta, infatti, un emendamento che riconosce un’indennità di 1000 euro a sostegno delle startup. Si tratta, in pratica, dei soggetti che:

  • hanno aperto la Partita Iva tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2018;
  • hanno avviato l’attività d’impresa nel corso del 2019, così come si evince dal Registro delle Imprese tenuto presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura;
  • non hanno usufruito dei contributi a fondo perduto previsti dal primo Decreto Sostegni.

Buone notizie, quindi, per coloro che erano stati precedentemente esclusi. Allo stesso tempo è bene ricordare che non avranno diritto a tale bonus i soggetti la cui attività risulti cessata. Al momento, comunque, non sono ancora chiare le modalità da seguire per poter usufruire di questa indennità.

LEGGI ANCHE >>> Turismo in ginocchio, il paradosso italiano: spostamenti tra regioni vietati, ma all’estero….

Come si legge nel testo dell’emendamento, infatti, “i criteri e le modalità di attuazione” verranno definiti grazie ad un apposito decreto attuativo del Ministero dell’Economia. Non resta quindi che attendere la conversione in legge del Decreto Sostegni per avere maggiori informazioni in merito.