Il presente è sempre più proiettato al web. Ogni cosa succede li, vantaggi e risch di ogni operazione effettuata.

Truffa rip deal
Foto: Web

Chi si nasconde dall’altra parte dello schermo? Chi è che gestisce i nostri ipotetici acquisti, le nostre operazioni, il nostro traffico quotidiano sul web. Dall’altra parte, la schiera di quanti sono pronti ad approfittare di ogni situazione è davvero lunga, ed è li che bisogna considerare la possibilità del rischio del pericolo. Fare acquisti on line vuol dire mettere a disposizione della rete, strumenti di pagamento. I nostri soldi, dunque, i nostri interessi.

Sempre più spesso, quindi, ci troviamo ad acquistare oggetti, servizi e quant’altro direttamente dal divano di casa nostra. Pochi click, i dati del nostro bancomat, della nostra carta di credito o della nostra carta prepagata, ed il gioco è fatto. Il codice CVV o CVC, solitamente posizionato sul retro della nostra carta, da la possibilità di completare tutti i nostri acquisti.

LEGGI ANCHE >>> Scommesse sportive l’ultima frontiera della truffa on line

La truffa degli acquisti on line: preservare il codice di sicurezza è un obbligo

Tutto ciò che può essere sottratto, rubato, clonato, utilizzato contro i nostri interessi è contenuto nel codice di cui sopra. Il CVV o CVC, è letteralmente il codice di sicurezza da preservare ad ogni costo, quello per il quale siamo obbligati a fare attenzione. Fornire quei tre numeri, cosi come spesso richiedono i truffatori che si celano dietro sms o email esca, vuol dire mettere a loro disposizione i nostri eventuali risparmi, il nostro credito, e quant’altro.

A quel punto, il malintenzionato potrà spacciarsi per noi, ottenuto quel codice potrà effettuare acquisti a nome nostro e soprattutto con i nostri soldi. Quindi è fondamentale ricordare di stare attenti a quelle tre cifre, tutto è rinchiuso li.

LEGGI ANCHE >>> La truffa del secolo è spietata e gioca coi sogni: come salvare i nostri soldi (VIDEO)

Mai fornire quel codice, mai comunicare, se non in contesti di assoluta sicurezza quei tre numeretti che rappresentano la sicurezza della nostra carta di credito, del nostro bancomat o del nostra carta prepagata. La nostra privacy, i nostri soldi, possono realmente essere a rischio.