La truffa on line non conosce confini e soprattutto non conosce categorie. E’ presente ovunque in ogni ambito insomma.

Truffa on line
Truffa on line (Adobe)

Le truffe on line che che iniziano sui social network, tramite sms o mail, sono ormai il pane quotidiano dei truffatori di tutto il mondo. Sempre più frequentemente leggiamo, o veniamo a sapere di conoscenti coinvolti in qualche genere di truffa, nata attraverso il solito sms o magari tramite un social network o anche una mail. I meccanismi sono quasi sempre gli stessi, un link sul quale siamo invitati a cliccare, dal quale si uscirà con molta probabilità con le ossa rotte e le tasche vuote.

Per quel che riguarda Facebook, una truffa ultimamente molto praticata è quella che riguarda le scommesse sportive. Sempre più utenti si cimentano ormai con le scommesse sportive on line. Di questi tempi, poi, con le ricevitorie ufficiali chiuse per le misure restrittive imposte dal Governo causa pandemia, la dinamica è ancora più diffusa. Quello che succede è quanto di più semplice e fantasioso si possa immaginare.

LEGGI ANCHE >>> Calcioscommesse, il pentito confessa: Aggiustare una partita? In questo modo

Scommesse sportive l’ultima frontiera della truffa on line: come avviene il tutto

In pratica lo sviluppo della truffa è assolutamente semplice. Si viene avvicinati, se cosi si può dire, tramite sms da un personaggio che si paleserà come conoscitore di dinamiche sportive, quasi un uomo d’affari, che dispenserà consigli su eventi sui quali puntare soldi sicuri, perchè truccati. A questo punto, la vittima potrebbe cadere nel tranello e puntare la cifra richiesta, solitamente oscillante tra i 100 euro ed i 1000 euro.

A quel punto la truffa è partita. Certo, paradossalmente la dritta potrebbe anche portare ad una casuale vincita, ma poi a quel punto scatterebbero richieste economiche riguardo le puntate da effettuare, ancora più alte. Ma se la giocata dovesse andare male allora le cose andrebbero diversamente.

LEGGI ANCHE >>> Sport e ristori, il Decreto Sostegni aggiusta il tiro: fondi e requisiti

Il fantomatico uomo d’affari e conoscitore di dinamiche sportive scomparirebbe, e di conseguenza si avrebbe coscienza dell’essere stati decisamente truffati.