Un’iniziativa pensata per alleggerire la giornata dei clienti e far risparmiare loro tempo. Lidl Svizzera prova una sterzata innovativa.

Lidl
Foto di Frauke Feind da Pixabay

Prelievi direttamente in cassa per le filiali di Lidl Svizzera. Un’iniziativa che riguarderà tutti i 151 poli presenti in territorio elvetico e farà dei registratori dei negozi un vero e proprio bancomat in supermercato. La cooperazione che porterà a compimento l’idea è frutto di un’intesa con Mastercard e Payone, utile a rendere il prelievo effettuato in cassa perfettamente gratuito. A patto, naturalmente, di rispettare un tetto minimo di spesa nella filiale, comunque irrisorio (10 franchi svizzeri per poterne prelevare fino a 300). L’obiettivo è quello di facilitare la vita ai consumatori, permettendo loro di effettuare un’unica operazione in un unico luogo.

L’iniziativa è stata inaugurata a partire dal 3 maggio 2021 fino a data da destinarsi. A fronte di una spesa di soli beni primari, fino a raggiungere la cifra minima di 10 franchi svizzeri, i clienti potranno tornare a casa senza dover passare dal bancomat della propria banca di riferimento. I prelievi potranno essere effettuati con carte Maestro e Mastercard Debit, indifferentemente per ogni istituto di credito.

LEGGI ANCHE >>> Guadagni enormi ma è una truffa in grande stile: alla larga da questo sistema

Prelievi in cassa: Lidl Svizzera diventa anche bancomat, sistema simile a Viacash

A riferire la notizia è il Corriere del Ticino, che cita le parole del Chief Financial Officer di Lidl Svizzera, Stefan Kopp. Secondo il dirigente, l’iniziativa si propone di rendere “più piacevole l’esperienza d’acquisto dei nostri clienti”, proprio nell’ottica di un risparmio di tempo. E, soprattutto, di un risparmio di denaro visto che effettuare un prelievo anche ingente (300 franchi sono comunque una buona somma) non costerà alcuna commissione. Di sicuro, un onere non da poco anche per gli operatori di cassa, che dovranno gestire anche transazioni di denaro diverse dal semplice acquisto.

LEGGI ANCHE >>> Superbonus Cashback: ecco la nuova classifica con più di 300 transazioni

Va detto che non si tratta di un’iniziativa isolata. Il sistema Viacash, ad esempio, ha già da tempo attivato un sistema di prelievi che ha coinvolto anche alcune catene di supermercati. Un’iniziativa che aveva coinvolto anche filiali in Germania, Austria e proprio Svizzera. In Italia la partnership aveva riguardato soprattutto la catena Penny Market con le sue 386 filiali sul territorio nazionale. Un servizio verso il quale i clienti italiani hanno manifestato apprezzamento, sia in ottica di tempi che di commissioni.