L’Inps invita contribuenti e aziende a prestare la massima attenzione a dei nuovi tentativi di truffa. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

 

Il 2020 ha visto le nostre vite cambiare a causa dell’impatto del Covid. Questo virus, infatti, continua ancora oggi ad avere delle ripercussioni negative sia per quanto riguarda l’aspetto sociale che economico. Molte, infatti, sono le restrizioni con cui ci ritroviamo a dover fare i conti. Tra queste si annoverano l’utilizzo della mascherina, ma anche il distanziamento sociale e la chiusura di varie attività. Proprio quest’ultima misura porta molte famiglie a dover fare i conti con una serie di difficoltà nella gestione del bugdet finanziario. Se tutto questo non bastasse, anche durante un periodo particolarmente complicato come quello attuale, non mancano i tentativi di truffa da parte di alcuni malintenzionati.

Ne sono una chiara dimostrazione alcuni raggiri messi a punto attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, come ad esempio la truffa del codice a sei cifre di Whatsapp, oppure le finte assicurazioni online. Ma non solo, sfruttando il nome di enti conosciuti, come l’Inps, riescono a creare delle vere e proprie trappole attraverso le quali cercare di estorcere del denaro al malcapitato di turno. Lo sa bene l’istituto di previdenza che di recente ha pubblicato una comunicazione, grazie alla quale allertare aziende e contribuenti in merito ad un nuovo tentativo di truffa. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

LEGGI ANCHE >>> La banca non manda sms! Che fine fanno i nostri soldi se ci truffano?

L’Inps avverte contribuenti e aziende, occhio alla truffa: cosa sta succedendo

Inps bonus Partite Iva
Foto: Web

Attraverso una comunicazione del 29 aprile, l’Inps ha segnalato un nuovo tentativo di truffa ai danni di contribuenti e aziende. Attraverso delle e-mail fraudolente, infatti, cercano di entrare in possesso dei dati sensibili del malcapitato di turno, sfruttando il nome del noto istituto di previdenza.

Si tratta, ricordiamo, di comunicazioni attraverso le quali i destinatari vengono invitati a scaricare bollettini di versamento precompilati o link cliccabili per ricevere un presunto contributo. Se tutto questo non bastasse, così come si evince dal sito dell’Inps: “viene utilizzato l’indirizzo email DCBilanci@inps.it, che corrisponde a una casella di posta elettronica effettivamente in uso“. Una truffa, quindi, studiata fin nei minimi particolari e che rischia, pertanto, di far cadere nella trappola tantissimi utenti.

LEGGI ANCHE >>> Come scoprire se la nostra mail è stata violata: cosa c’è da sapere

S’invita, quindi, a prestare la massima attenzione ad eventuali messaggi che potrebbero essere inviati con il solo scopo di accedere ai dati dei conti correnti o carte di credito del destinatario della comunicazione. L’Inps, ricordiamo, non invia mai, proprio per motivi di sicurezza, mail contenenti allegati da scaricare o link cliccabili.