Il colosso della messaggistica istantanea Whatsapp è alla ricerca di nuova forza lavoro. Tutte le posizione aperte nel mese di maggio

Whatsapp aggiornamento
Foto: Web

A prescindere dalla crisi mondiale provocata dal protrarsi della pandemia, sono diversi i grandi brand che stanno cercando nuovi dipendenti da inglobare nel proprio staff. Uno di questi è Whatsapp nota applicazione di messaggistica istantanea che sta cercando varie figure in diversi settori.

Prima di capire quali sono i ruoli a disposizione, le competenze richieste e le modalità per inoltrare la propria candidatura, è bene specificare che le proposte sono valide all’estero (in particolare in Europa e negli Stati Uniti) e non in Italia. Quindi tra i pre-requisiti deve esserci anche la volontà di cambiare paese e stile di vita.

LEGGI ANCHE >>> Apple non si arrende: vuole detronizzare WhatsApp con la sua app iMessage

Offerte di lavoro Whatsapp: le figure ricercate

Nel dettaglio, scopriamo quali sono i ruoli da ricoprire e in quali sedi, partendo dal presupposto che i profili ricercati sono per lo più quelli di laureati con competenze piuttosto specifiche:

  • Market specialist ad Hong Kong e Dublino,
  • Finance manager,
  • Market specialisti in Germania,
  • Operations experience engineer,
  • Content Strategist, Whatsapp Customer Operations,
  • Project Manager, Spam,
  • WhatsApp Lead Data Protection Counsel,
  • Account Integrity Project Manager, WhatsApp,
  • Whatsapp Market Manager in Brasile, 
  • Business Integrity Project Manager, 
  • Software Engineer, Developer Tooling per Facebook. 

Queste sono solo alcune delle offerte disponibili. Per l’elenco completo è necessario consultare il portale online di WA alla sezione lavora con noi, in cui è possibile compilare l’apposito format per inviare la propria domanda.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp come prova nei processi: quando può essere valido

A quel punto non resta altro che aspettare di essere ricontatti per con un colloquio conoscitivo. Importanti ai fini dell’assunzione sono anche le esperienze nelle mansioni sopracitate e una buona dimestichezza con le lingue, in particolar modo con l’inglese, visto che oltre ad essere la più parlata nel mondo è quella necessaria per lavorare nella maggior parte delle sedi sparse tra Usa e paesi britannici.