Nessuna traccia del programma lanciato soltanto pochi mesi fa nel Recovery Plan presentato da Mario Draghi alle Camere.

Cashback
Pagamento cashless (Fonte foto: web)

Che fine farà il cashback? E soprattutto, che fine faranno le percentuali sui nostri stessi acquisti accumulati in tutti questi mesi? Questa è la domanda che si pongono milioni di italiani, considerato che nella presentazione alle Camere del Recovery Plan, da parte del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, non vi è alcuna traccia dell’iniziativa lanciata soltanto pochi mesi fa dal precedente Governo, presieduto da Giuseppe Conte.

L’assenza del programma Cashback dal Recovery Plan, non vuol dire però, con assoluta certezza che tale misura possa essere cancellata o messa temporaneamente da parte. Al massimo, la si potrebbe nuovamente finanziare, ma di certo non è certo che ad oggi la misura stessa sarà cancellata. Dal prossimo luglio, scopriremo in realtà cosa ne sarà dell’iniziativa che inizialmente ha riscosso non poco successo tra gli italiani.

LEGGI ANCHE >>> Recovery plan, addio a cashback e quota 100: un futuro da riscrivere

Il Cashback sarà cancellato: i limiti di una iniziativa che aveva convinto milioni di italiani

L’iniziativa cashback nei suoi primi mesi di vita, lanciata come freno all’utilizzo dei contanti, rispetto alle più sicure e rintracciabili transazioni con carta di credito o bancomat, è stata ben accolta dagli italiani. Con il passare del tempo, la percentuale di ritorno sui propri stessi acquisti ,e la possibilità addirittura un bonus aggiuntivo hanno fatto i modo che moltissimi italiani si esibissero in pratiche non del tutto lecite per aumentare a dismisura il numero di operazioni effettuate.

Esempio principe, il rifornimento di carburante. Al posto di un’unica operazione per riempire il proprio serbatoio con 20 euro di diesel, se ne facevano 4 da 5 euro l’una, o dieci da due euro, anche questo si è visto. Tutto per aumentare il numero delle transazioni ed accedere al bonus.

LEGGI ANCHE >>> Per colpa di qualcuno, il Cashback non lo fa più nessuno

Al momento, nulla è deciso. Si attenderà luglio per capire cosa succederà al programma tanto voluto dal Governo Conte. Per il resto, bisognerà capire come rifinanziare, al massimo l’iniziativa stessa, qualora venisse riconfermata.