Con i suoi Family Banker presenta una varietà di offerte che può accontentare tutti e ha diversi costi azzerati, specialmente per i più giovani. Ma attenzione a che cosa pensa la gente: non tutti sono soddisfatti.

Smartphone di Stato: ecco i requisiti per poterlo richiedere
Cellulare (Fonte foto: web)

Tutti avranno sentito parlare almeno una volta, nella loro vita, di Banca Mediolanum, se non altro per la frequenza con cui l’istituto compare nelle pubblicità televisive. Ma l’istituto ha buoni motivi per essere considerato tra i più convenienti del panorama bancario del nostro paese.

D’altronde, Banca Mediolanum ha sempre posto come obiettivo primario il rispetto delle esigenze e delle richieste del cliente, attraverso un piano di offerte sempre aggiornato, con prodotti bancari variegati e modulabili in rapporto a ciò che vuole il correntista.

L’istituto su cui ci soffermeremo in questo articolo nacque in verità anzitutto come compagnia del settore assicurativo; soltanto in un secondo tempo, dunque, assunse i connotati di vera e propria banca. Vediamo di seguito ciò che è importante ricordare del gruppo, e cerchiamo di capire cosa pensano davvero i clienti che hanno provato i loro servizi e prodotti. E’ una buona scelta o è preferibile optare per una banca online concorrente? Scopriamolo.

Banca Mediolanum: il focus su centralità del cliente e rapporto diretto con lui

L’istituto noto per lo slogan televisivo degli spot “costruita tutto intorno a te”, ha un primato non da poco, nell’articolato mondo degli istituti bancari italiani. Infatti, è stata la prima banca online d’Italia, fin dall’ormai lontano 1997. Una banca, dunque, con un approccio pioneristico alla relazione con il cliente, che non si avvale della classica rete di filiali sparse sul territorio, ma che sfrutta invece i consulenti che offrono servizi personalizzati.

Banca Mediolanum ha creato infatti la figura del cosiddetto ‘Family Banker’, e come riportato nel sito web del gruppo, la finalità è quella di rivoluzionare il modo di essere banca. “Siamo la Banca che ha rivoluzionato il modo di essere banca. Un modello basato sulla centralità del cliente e sulla relazione: niente sportelli, niente code, niente orari da rispettare. Le nostre parole sono libertà, relazione, innovazione. Il nostro volto è quello del Family Banker“, ecco come l’istituto descrive il suo approccio nei confronti dei nuovi clienti.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente HelloBank!: conviene o no? Ecco i pro e contro a confronto

L’offerta dei prodotti è articolata e prevede in molti casi il costo zero

Considerando che Banca Mediolanum è attiva da quasi 25 anni in Italia, non deve stupire che la sua offerta di prodotti sia ampia. Di sicuro rilievo il conto base, il conto young 27, il conto Selfy e il conto Freedom.

Anche questa banca si dimostra particolarmente conveniente per i nuovi clienti, giacchè il canone per il primo anno è a costo zero, così come lo è la carta di credito.

Per quanto riguarda la carta di debito (bancomat), la gratuità è sempre garantita, sia per i nuovi clienti, sia per quelli che da lungo tempo hanno scelta Banca Mediolanum. E’ contactless, può essere usata per gli acquisti online e può essere collegata ai principali servizi di mobile payment, al fine di poter pagare direttamente dal cellulare. Ottimo anche l’aspetto per il quale è possibile prelevare senza commissione.

Non deve sorprendere, altresì, che anche l‘operatività online sia interamente a costo zero, ed anche i prelievi di contante.  Il conto corrente Banca Mediolanum permette ovviamente la possibilità di farsi addebitare lo stipendio, domiciliare bollette, pagare Mav, Rav, F24 e così via.

D’altronde, il gruppo abbatte i costi delle filiali, perchè infatti non ne possiede, affidandosi piuttosto ad una rete assai ramificata di Family Banker che operano come consulenti finanziari, a seguito di formazione in una Academy apposita.

I costi di Banca Mediolanum: ecco quelli fissi e variabili

Sul piano dei costi che gravano sui clienti, l’istituto si mostra piuttosto trasparente, offrendo informazioni dettagliate, in conformità alle linee di policy aziendale. Pertanto, ogni cliente può avere facilmente accesso al quadro delle spese connesse ad apertura e gestione del conto corrente online. Di seguito una sintetica rassegna di quelle che sono le spese fisse e le spese variabili.

Costi fissi

  • Spese di apertura del conto corrente: zero euro;
  • Canone annuale pari a 22,50 € per trimestre per un totale di 90 € annui;
  • Gratis il conto per  il primo anno dall’apertura in caso di nuovi correntisti;
  • Numero operazioni incluse nel canone: sempre illimitate;
  • Imposta di bollo pari a 34,20 € per giacenze al di sopra dei 5000 €;
  • Canone carta di debito: zero euro;
  • Spese annue per conteggio e competenze: zero euro.

C’è da dire, dunque, che il costo del conto corrente online Banca Mediolanum, almeno nella modalità base, non è sicuramente esiguo, essendo pari  a 90 euro all’anno. Ma è pur vero che per il primo anno, tale canone è gratuito così come lo è la carta di debito e anche quella di credito.

In verità, c’è anche da considerare la spesa dell’imposta di bollo annuale, in base alla normativa vigente: più di qualcuno storcerà il naso, ma è un costo che si applica alla quasi totalità delle banche operative in Italia.

L’istituto tiene a precisare che il conto corrente online è gratis, in ogni caso, fino al compimento dei 30 anni da parte del correntista. Mentre dal secondo anno in poi, o una volta compiuti i 30 anni, la spesa è pari a 7,50 euro al mese, con addebito trimestrale di 22,5 euro.

Costi variabili

Anche sul piano dei costi variabili, essi si mantengono tutto sommato abbordabili, se non addirittura pari a zero. Vediamoli nella sintetica rassegna che segue:

  • Bonifico SEPA online verso Italia e Paesi UE: zero euro
  • Prelievo ATM stessa banca: zero euro
  • Prelievo ATM presso altre banche: zero euro
  • Spedizione estratto conto online trimestrale e arrivo via posta elettronica: zero euro
  • Domiciliazione utenze: zero euro
  • F24,RAV, MAV: zero euro, se via internet
  • Bonifico SEPA verso Italia e Paesi UE per telefono e cartaceo: 3 €
  • Spedizione estratto conto di carta per posta prioritaria su richiesta: 2 €
  • F23: 2 €, ma è gratis il primo anno
  • Bollettini postali: 1,50 € e spese postali
  • Libretto di assegni: gratuito il primo blocco da 10, poi 0,50 € per assegno.

Alla luce di quanto appena riportato, appare piuttosto conveniente per il cliente il fatto che tutti i bonifici online sono gratis, ed analogamente lo sono F24, RAV e MAV, pagati via web. Non solo: non sussistono commissioni per i prelievi che non siano effettuati negli sportelli di Banca Mediolanum, e questo è un punto a favore del gruppo rispetto ai suoi competitor.

Carta di credito banca Mediolanum: i costi

Sul piano delle carte di credito, il gruppo offre due distinti prodotti:

  • carta di credito Mediolanum Advanced;
  • carta di credito Mediolanum Card Gold.

Ambo le carte sono multifunzione Nexi e consentono dunque, con un solo strumento, di avere sia le funzionalità di debito che credito. Ciò in ragione della coesistenza di “Visa/MasterCard” e “BANCOMAT®/PagoBANCOMAT®”.

Come la carta di debito, anche quella di credito di Banca Mediolanum è contactless, può essere personalizzata, ma include anche la polizza multirischi nel canone. Inoltre, può essere utiilizzata con i dispositivi Apple compatibili, anche con Apple Pay, che consentono il pagamento in tutto il mondo. Per quanto riguarda le spese del canone, si tratta di 40 euro per la Mediolanum Advanced e 80 euro per la Gold. Ma come detto, è gratuita il primo anno.

L’App di Banca Mediolanum: ecco i principali servizi disponibili

Essendo la prima banca online italiana, non si smentisce: l’app per smartphone appare molto completa nelle funzioni disponibili. Ecco di seguito alcune delle principali:

  • inserimento dell’Iban del beneficiario con una foto;
  • pagamento degli F24 e dei bollettini con la fotocamera;
  • possibilità di condividere l’IBAN con l’app di messaggistica istantanea;
  • accesso al conto e pagamenti con riconoscimento biometrico;
  • ricezione informazioni sul conto corrente online con notifiche Push;
  • possibilità di nascondere i saldi;
  • effettuazione di bonifici istantanei;
  • attivazione del servizio di firma digitale;
  • gestione dei limiti della carta di credito;
  • recupero PIN della carta di debito;
  • blocco e sblocco della carta di credito;
  • rateizzazione dei pagamenti con carta di credito.

Banca Mediolanum, le opinioni dei clienti: i pro e i contro

A questo punto, riassumiamo quelli che possono considerarsi i punti a favore e i punti a sfavore di Banca Mediolanum, onde cercare di orientare il potenziale cliente verso la scelta più opportuna per le proprie esigenze.

Le recensioni positive di banca Mediolanum

Tra chi ha espresso un parere positivo, c’è chi ha avuto modo di sottolineare che seppur la spesa del conto non sia esigua, può essere tuttavia ammortizzata nel tempo, laddove si facciano numerose operazioni, in buona parte gratis. Fra i soddisfatti vi è dunque chi ha un rapporto molto stretto con la banca online o comunque tende a spostarsi in Italia e Europa con frequenza.

Tra le opinioni positive, anche quelle di diversi giovani che sottolineano che nell’articolata offerta della banca, sono incluse anche soluzioni ad hoc per chi non ha ancora compiuto i 30 anni, che attutiscono i costi, specialmente laddove il cliente giovane non abbia un lavoro fisso o ben remunerato.

Inoltre, c’è chi sottolinea la solidità finanziaria del gruppo, che dà fiducia sui depositi. Soprattutto, è operativo il Fondo Interbancario di Tutela, che protegge tutti i possessori di un conto corrente o di un conto deposito e che, come tale, assicura copertura e rimborso dei depositi fino ad un massimo di 100.000 euro per conto, in caso di fallimento.

Come rimarcato da diversi utenti, anche il CET1 Ratio è molto buono, quasi il 20%, ossia il doppio rispetto a molti competitor sul mercato. Detto indice è molto importante, perchè informa sul livello di affidabilità dell’istituto, confrontando gli investimenti effettuati al patrimonio di vigilanza della banca. Pareri positivi anche con riferimento ai prelievi gratuiti, al pacchetto offerte carte di credito e verso la figura del Family Banker, da molti definito una figura di indubbia preparazione professionale. Ben accolta anche la gratuità della carta di debito e il fatto che la carta di credito è multifunzione.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente N26, davvero conviene? I pareri di chi l’ha provato

Le recensioni negative di banca Mediolanum

Tuttavia, non mancano i pareri di persone nel complesso insoddisfatte del gruppo Banca Mediolanum, e che comunque cambierebbero istituto appena possibile. Per esempio, c’è chi si è lamentato del canone un po’ troppo oneroso (anche se questa è una valutazione squisitamente personale) e chi ha puntato il dito contro i disservizi del numero verde e servizio clienti, o del sito web della banca (home banking).

Critiche anche talvolta verso la figura del Family Banker, in verità non da tutti considerato sempre affidabile, cordiale e preparato: ma in questo caso, va anche a fortuna.

Pareri negativi anche con riguardo alle polizze per pensione integrativa; chiusura del conto improvvisa e, a detta degli utenti, immotivata; investimenti deludenti; errori tecnici nelle procedure; difficoltà nell’ottenimento di prestiti e mutui.