Ing Direct, i clienti della banca online si dividono: ecco cosa ne pensano davvero

Ing Direct Logo

Ing Direct è una delle principali realtà nel mondo delle banche online. Offre una gamma di prodotti adatti a tutte le esigenze, con offerte vantaggiose rispetto a molti concorrenti. Ecco un quadro di sintesi e i feedback dei clienti.

Conto corrente

Il mondo bancario odierno è in rapida e continua mutazione. Oggi, sono tanti i competitor che lottano per occupare posizioni di vertice, a discapito degli avversari. E Ing Direct non è da meno.

Forse non pochi hanno già sentito parlare di Ing Direct, una banca che spesso compare anche negli spot della TV. E’ riconoscibile per il caratteristico colore arancione, che la contraddistingue e consente di non confonderla con le aziende concorrenti.

Parlare di Ing Direct, significa addentrarsi nell’innovativo settore delle banche online, oggigiorno in auge grazie ad una gamma di offerte variegata e adatta un po’ a tutte le esigenze dei correntisti.

Ciò di cui di seguito vogliamo occuparci è dunque fornire un quadro di sintesi delle caratteristiche essenziali di Ing Direct, per cercare di capire se le sue offerte possono ritenersi davvero convenienti o comunque competitive rispetto agli standard del mercato. Ci focalizzeremo infine su pro e contro dell’Istituto. Ecco tutti i dettagli.

Ing Direct è una banca diretta: cosa significa?

Tutti sanno che il settore bancario frequentemente risulta di difficile interpretazione: tra sigle, clausole e molteplici offerte, orientarsi bene per un correntista potrebbe rappresentare una vera e propria impresa. Onde fare un po’ di chiarezza – come accennato – ci soffermeremo di seguito su Ing Direct, ossia un istituto bancario che sta progressivamente prendendo piede anche in Italia.

Una prima fondamentale caratteristica di Ing Direct è data dal fatto è che, secondo il gergo tecnico degli ambienti bancari, va ricompresa nella categoria delle banche ‘dirette’. In molti si chiederanno che cosa significa questo aggettivo in questo contesto. Ebbene, non è difficile chiarire il concetto: una banca è detta diretta laddove è nella condizione di offrire tutti o gran parte dei propri servizi finanziari senza servirsi del supporto delle filiali. Queste ultime, come ben noto, rappresentano la forma organizzativa tipica delle banche tradizionali.

In buona sostanza, il rapporto tra cliente ed istituto può svilupparsi senza l’elemento intermedio rappresentato dalla filiale. Ecco perchè Ing Direct fornisce i suoi servizi e le sue offerte, anche e soprattutto, servendosi del web, e rientrando dunque nel vasto novero delle ‘banche online’.

LEGGI ANCHE >> Vuoi aprire un conto corrente online? La classifica delle banche più sicure

Ing Direct in Italia e nel mondo

Quanto alle dimensioni, non possiamo non notare che Ing Direct è ormai un colosso a livello internazionale, essendo ormai una realtà radicata in più di 40 paesi sparsi per il globo. Non deve stupire dunque che conti già su più di 35 milioni di clienti.

Ing Direct è stata fondata nel 1991 ad Amsterdam, dando luogo ad una rete internazionale in breve tempo. Nell’ormai lontano 2001 è arrivata anche nel nostro Paese, con il noto conto deposito Conto Arancio.

La prima filiale italiana è stata aperta in Lombardia, a Bergamo. Più di un milione di clienti all’attivo. Altro tratto caratteristico di Ing Direct è che presenta al pubblico prodotti finanziari che possono assicurare guadagni netti non altissimi; ma con tassi d’interessi competitivi rispetto a quelli che si possono trovare sul mercato. Il successo anche in Italia sta nei numeri: infatti, via via nel corso degli anni si è ampliata nella penisola, creando più di 30 filiali. Anzi, la costante crescita rende Ing Direct una delle più influenti banche online presenti in Italia, con ben 1.300.000 clienti.

Coerentemente, anche i dati di fatturato degli ultimi anni sono molto positivi, e lasciano ben sperare sul futuro di questa banca online.

Ing Direct, ecco i prodotti: conto corrente Arancio

Questa banca online prevede diversi prodotti: pur non brillando per vastità di offerte, la qualità di esse è un tratto cui fare sicuramente riferimento. Soprattutto, il conto corrente Ing Direct, denominato Conto Corrente Arancio è il fiore all’occhiello del gruppo. Vediamo di seguito – in sintesi – quali sono le caratteristiche che lo hanno reso celebre:

  • Prelievi in Italia ed Europa gratuiti da qualsiasi Atm;
  • Bonifici gratis nell’area Euro sia in filiale della banca che sul web;
  • possibilità di Canone mensile gratuito, in caso di accredito sul conto di pensione o stipendio;
  • Domiciliazione utenze;
  • Pagamenti Mav, Rav e F24;
  • Possibilità di fare le ricariche telefoniche;
  • Libretto degli assegni gratis;
  • Carta prepagata Mastercard gratis;
  • Carta di debito Mastercard contactless gratis.

Laddove invece il cliente non intenda versare lo stipendio sul tuo conto ING Direct, potrà optare per il piano ‘zero vincoli’ che consentirà di sfruttare tutti i servizi appena citati, pagando un canone ridotto, del valore di pochi euro al mese.

In verità, tuttavia, il conto corrente Arancio non è del tutto gratuito: infatti, se il cliente vorrà accreditare sul conto il proprio stipendio o la pensione, la sola spesa che sarà necessario sostenere è rappresentata è l‘imposta di bollo annuale prevista dalle norme in materia.

Conto Deposito Arancio

ING Direct offre ai clienti un conto deposito Arancio che, fin dall’inizio dell’esperienza italiana della banca, è stato un punto di riferimento per le attività del gruppo. Ecco quali sono, in sintesi, i suoi tratti fondamentali:

  • Possibilità di versamento e prelievo in ogni momento;
  • niente spese di apertura e gestione;
  • app per smartphone per controllare il deposito;
  • tasso nominale annuo al creditore dello 0,10% (contro lo 0,02 del Conto Arancio di cui sopra).

Altri prodotti offerti da Ing Direct

Ovviamente, il ventaglio dei prodotti Ing Direct non finisce qui. La banca olandese offre dei prestiti personali piuttosto interessanti, con piani di rimborso particolarmente favorevoli a colui che domanda il prestito e fino a 50mila euro di prestito. La risposta alla domanda di prestito arriverà molto celermente, entro pochi minuti. Inoltre, se la risposta è positiva e chi chiede il prestito è un cliente con conto Ing Direct, l’accredito della somma sarà praticamente contestuale.

Non solo: Ing Direct prevede anche il Prestito Arancio Business, ossia quel  prestito rivolto alle piccole e medie imprese, a condizioni particolarmente vantaggiose. Infatti la somma accreditata potrà arrivare fino a 100.000 euro e in soli dieci minuti l’Istituto valuterà la fattibilità della domanda. Inoltre, tutto l’iter sarà digitale, fornendo ad Ing Direct i codici di accesso dei conti correnti con cui gestire il business.

Invece, con mutuo Arancio sarà possibile acquistare un’abitazione, ma anche sostituire il mutuo e ottenere liquidità aggiuntiva, e ottenere liquidità, mettendo a garanzia l’immobile. Il mutuo comporterà un finanziamento fino al 50 % del valore dell’immobile, mentre la durata sarà fino a 30 anni. Prevista altresì la possibilità di scegliere tra tasso fisso e variabile e la possibilità di rinegoziare il tasso fisso posteriormente.

Ing Direct: servizi di homebanking e App Ing

Non solo i tipici servizi dell’home-banking, cui si può fare accesso dall’area clienti del sito web ufficiale. Ing Direct ha infatti sviluppato anche una apposita App Ing che facilita tutte le attività del cliente, tutte a portata di mano. Anzi, la banca online olandese ha inteso fornire un servizio informatico all’altezza dei moderni standard di sicurezza in rete.

L’App Ing sfrutta infatti il sistema di riconoscimento dell’impronta digitale per l’accesso alle funzioni. Ma è anche disponibile il metodo del riconoscimento facciale, denominato ‘Face ID‘, che permette al cliente di effettuare l’accesso con il solo sguardo.

LEGGI ANCHE>> onto corrente, stangata in arrivo: torna lo spettro della patrimoniale al 10%

Ing Direct, le opinioni dei clienti: i pro e i contro

Riassumiamo quelli che possono considerarsi i punti a favore e i punti a sfavore della banca online Ing Direct, onde cercare di orientare il potenziale cliente verso la scelta più opportuna per le proprie esigenze.

Le recensioni positive di Ing Direct

Tra gli aspetti positivi ci sono la presenza capillare dell’istituto, con sedi ormai un po’ ovunque in Italia, e lo stato di salute dei conti, che fa ben sperare per il futuro. Oltre ai costi minimi di gestione e a una varietà di operazioni disponibili, ritenuta soddisfacente.

  • presenza capillare delle banche ING Direct in tutto il mondo, anche in Italia;
  • dati di fatturato assai positivi;
  • rating dell’Istituto rassicurante;
  • servizi finanziari offerti senza l’obbligo di interfacciarsi con una filiale;
  • costi minimi;
  • ampia varietà di operazioni bancarie consentite.

Le recensioni negative di Ing Direct

Non mancano critiche e opinioni piuttosto sfavorevoli. Infatti gli utenti del web puntano il dito soprattutto contro il servizio d’assistenza. Infatti, avere risposte da un operatore del call center è ritenuto da molti un grande dispendio di tempo di attesa. Inoltre, in molti segnalano che non di rado l’utente è ‘rimbalzato’ da un centralino all’altro, senza ottenere spesso una risposta efficace.

A ciò si somma altresì l’applicazione di commissioni improvvise ed inaspettate, che potrebbero in qualche modo minare il rapporto di fiducia tra utente e Ing Direct. Questo peraltro accade nonostante la sponsorizzazione dei canoni zero. Frequentemente la causa è rintracciabile nell’attivazione delle funzioni “alert”, ma senza preavviso.

C’è poi chi tra gli utenti segnala che i numeri di telefono Ing Direct non sono gratuiti e la presenza di alcuni disservizi legati alla gestione dei conti correnti.

  • servizio di assistenza tramite call center poco tempestivo nelle risposte;
  • difficoltà nell’ottenere il PIN delle proprie carte;
  • difficoltà di chiusura del conto;
  • applicazione di commissioni improvvise e non previste.

Si può concludere che – in linea generale – l’opinione degli utenti su Ing Direct è mediamente buona, come dimostrano anche i dati di solidità finanziaria e il gran numero di clienti non soltanto in Italia.