Le transazioni relative al Cashback sono ferme da diversi giorni e gli utenti stanno iniziando a lamentarsi dell’assenza dei pagamenti sul loro profilo dell’app IO

Cashback
(Fonte foto: web)

Non c’è pace per il Cashback che deve fare i conti con l’ennesimo grattacapo relativo al corretto funzionamento dell’applicazione. Una disfunzione che in particolar modo gli utenti che stanno cercando di rientrare nel Super Cashback non hanno digerito.

Al momento per rientrare tra i primi 100mila sono necessario almeno 236 transazioni, ma stando alle rimostranze degli iscritti al servizio, sembra che ci siano dei ritardi nell’aggiornamento dei pagamenti da parte dell’app Io.

LEGGI ANCHE >>> Ecco la classifica per il Super Bonus Cashback: saranno eliminati i furbetti

Cashback: cosa sta succedendo alle transazioni

Il motivo di questo disservizio è ancora un mistero, fatto sta che le ultime transazioni aggiornate risalgono al 9 aprile 2021. Probabile che alla base di ciò possano esserci dei controlli specifici per cercare di smascherare i cosiddetti furbetti del cashback, ovvero coloro che per aumentare il numero di transazioni eseguono più pagamenti possibili di una quota che potrebbe essere saldata in un’unica soluzione (come avvenuto svariate volte ai distributori di benzina). 

Oppure, senza creare troppi allarmismi può essere semplicemente che il sistema non abbia aggiornato il saldo reale. Infatti possono essere necessari fino a cinque giorni lavorativi per elaborare tutti i dati contabilizzati e trasmessi dagli istituti di credito.

A prescindere dai problemi che ci sono stati, allo stato attuale il Cashback non è in pericolo per il secondo semestre del 2021. Il Senato ha bocciato la mozione di Fratelli d’Italia che ne chiedeva lo stop per utilizzare la somma prevista per la seconda tranche (circa 5 milioni di euro) per aiutare le categorie economiche maggiormente colpite dalle restrizioni dovute dal covid.

LEGGI ANCHE >>> Bonus cashback, importanti cambiamenti in vista: tutto quello che c’è da sapere

La votazione è stata piuttosto emblematica con solo 20 favorevoli a fronte di 114 contrari. Lega, Forza Italia e Italia Viva si sono invece astenute. L’intenzione è quella di proseguire visto che grazie al Cashback la gente sta abbandonando sempre di più l’utilizzo dei contanti e sta contribuendo alla lotta contro l’evasione fiscale.