Buone notizie per molti lavoratori che con la busta paga di aprile potranno beneficiare dell’arrivo di più soldi. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Fonte: Pixabay

Il 2020 si rivela essere, senz’ombra di dubbio, uno di quegli anni che difficilmente riusciremo a dimenticare. Segnato dall’impatto del Covid, quest’ultimo continua, purtroppo, ad avere delle ripercussioni sulle nostre vite, sia per quanto concerne i rapporti personali che quelli economici. Molte famiglie, infatti, sono costrette a fare tutti i giorni i conti in tasca prima di acquistare qualcosa, onde evitare di incidere ulteriormente sul bilancio famigliare. Ma non solo, il nostro Paese ha visto anche una crisi di governo, in seguito alla quale Mattarella ha deciso di affidare il ruolo di Premier a Mario Draghi.

Proprio il nuovo esecutivo, guidato dall’ex governatore della Banca Centrale Europa, ha introdotto una serie di aiuti economici grazie ad esempio al Decreto Sostegni. Al momento, inoltre, il nuovo governo è al lavoro per decidere e approvare nuove misure. In attesa di scoprire quali saranno i prossimi provvedimenti volti ad aiutare le famiglie in crisi, ricordiamo che continuano ad essere valide alcune misure volute dai precedenti esecutivi. Tra questi si annovera bonus Irpef 2021 che contente a molti lavoratori di ottenere fino a 100 euro in più in busta paga, purché in possesso di determinati requisiti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo chi ne ha diritto e quando arriveranno i soldi.

LEGGI ANCHE >>>  Bonus, ottenerli senza dichiarazione ISEE è possibile: ecco in quali casi

Busta paga di aprile, più soldi in arrivo grazie al Bonus Irpef

Busta paga
Busta paga (Adobe)

Noto come bonus Renzi, in quanto è stato introdotto nel 2015 dall’allora presidente del Consiglio, Renzi il bonus Irpef ha subito nel corso degli anni vari cambiamenti. Ne è un chiaro esempio il relativo l’importo, che è passato da 80 euro a 100 euro in busta paga, a seconda del reddito dell’avente diritto. Cifra erogata come risultato del taglio del cuneo fiscale ai dipendenti sia pubblici che privati, si tratta in pratica di un credito d’imposta che viene accreditato direttamente in busta paga e che permette di pagare meno Irpef.

Ma non solo, il bonus Irpef 2021 spetta anche a chi non riceve la busta paga, ma che risultino comunque beneficiari di alcune prestazioni Inps. Hanno diritto a tale misura, infatti, anche coloro che percepiscono la Naspi, l’indennità di disoccupazione DIS-COLL e i disoccupati del settore agricolo. Tra gli altri si annoverano anche i neo genitori che chiedono congedo parentale e chi riceve un assegno per le attività socialmente utili o svolge attività di tirocinio. Ricordiamo, inoltre, che per ottenere tale bonus bisogna avere un reddito un reddito minimo annuo pari a 8.174 euro.

Bonus Irpef: ecco quando arrivano i soldi

Tutte queste categorie, quindi, percepiscono dallo scorso febbraio il bonus Irpef da 100 euro. I pagamenti da parte dell’Inps vengono effettuati in genere verso la fine mese, per questo motivo ad aprile i pagamenti dovrebbero iniziare a partire dal giorno 23 del mese in corso. Chi riceve la busta paga, invece, troverà il bonus direttamente tra le voci del cedolino stesso. Come già detto, l’importo del bonus differisce a seconda del reddito del soggetto beneficiario, fino ad un massimo di 40 mila euro all’anno.

LEGGI ANCHE >>> L’Inps avverte tutti gli italiani: attenti alla mail, vi rubano i soldi

Entrando nei dettagli, infatti, è possibile percepire le seguenti somme:

  • 100 euro per redditi fino a 28 mila euro l’anno;
  • fino a 80 euro al mese per redditi tra 28 mila euro e 35 mila euro;
  • meno di 80 euro al mese per redditi tra 35 mila e 40 mila euro l’anno;
  • nessun bonus Irpef per redditi superiori a 40 mila euro.