Le prossime vacanze estive vedranno qualcosa di diverso dagli altri anni: i Paesi che pagano i turisti che vanno a visitarli

Dubbio vacanze estive? Ecco i Paesi che ti pagano se li vai a visitare
La Valletta, Malta (Fonte foto: web)

Moltissimi Paesi fanno cose che ci sembrano quanto meno bizzarre, senza pensare però che spesso ci azzeccano. Alcune decisioni che sembrano estreme, come quella di pagare i turisti che arrivano in visita, non sono altro che iniziative atte a promuovere qualcosa, che spesso riesce ad avere la cassa di risonanza sperata.

Un esempio sono i Paesi che non conoscono la parola “tasse”, dove lo Stato ha deciso di promuovere l’economia al costo appunto, di non trarre profitti dalla tassazione. E così, per la prossima estate, ci saranno anche quelli che invece di farsi pagare, pagheranno i visitatori.

Leggi anche>>> Italiani emigranti: quali sono i Paesi più scelti per cambiare vita

Le prossime vacanze sono dei turisti “pagati”: ecco dove

Letto quanto detto in precedenza sarete sicuramente curiosi, se non ci state addirittura facendo un pensierino. A proposito d’estate, ricordate che il bonus vacanze sarà disponibile ancora per poco, quindi bisogna affrettarsi ad usufruirne. A Malta, dove il 42% della popolazione ha già ricevuto almeno una dose di vaccino, il turismo punta a ripartire almeno a giugno, figurando come una delle isole covid free.

Anche la Grecia vede alcune isole covid free, ma l’iniziativa maltese è a dir poco particolare. Chris Fearne, ministro della Salute e vicepresidente maltese, spiega anche che ben presto l’isola si munirà di passaporto vaccinale, ma ecco la novità. Il metodo con cui verrebbero retribuiti i turisti è semplice: 200 euro di “bonus” per chi prenota un hotel 5 stelle, 75 per chi prenota un hotel a 4 stelle e 50 per chi ne prenota uno a 3 stelle. Ma non è finita qui. Se soggiorni sull’isola di Gozo è previsto un bonus ulteriore del 10%, da spendere nella struttura scelta.

Leggi anche>>> Lavoro, sempre più italiani all’estero: i dati della fuga post covid

Ovviamente, Malta darà la possibilità solo a chi dovesse prenotare per almeno 3 notti, ma se in Europa l’isola è la prima ad aprire ad un incentivo simile, ecco cosa accade negli Stati Uniti. You stay, we pay è l’iniziativa di alcune città americane come Redmond, in Washington, che elargisce 100 dollari bonus ai primi cinquecento visitatori della cittadina che resteranno per almeno due notti. Ad accodarsi a breve, saranno anche Santa Maria Valley, Glenwood Springs ed altre cittadine degli USA.